Come fare l'omelet alla giapponese per i sushi


L'omelet alla giapponese è decisamente diversa da quella che facciamo in Italia, non fosse altro per lo zucchero che la trasforma quasi in un dolce, ma poi c'è anche il dashi che ha il gusto di pesce, di fungo se si usano gli shiitake o di alghe, ed ecco allora che assaporiamo l'inconfondibile gusto giapponese.
Questa frittatina (Tamagoyaki) da sola è un classico del bento, si mette anche dentro nei sushi, oppure si mette sopra una polpetta di riso ovale, che si chiama sempre sushi, e ci si arrotola intorno una fascetta di nori come questa qui sotto. Di solito se ne fanno due ma l'altro non ha retto, ovviamente il riso indiano ha ceduto visto che non è per niente glutinoso, e come potete immaginare faccio sempre una fatica boia a farli. Però mi piacciono davvero tanto e li faccio spesso.


Ingredienti per l'omelet:
  • 5/6 uova
  • 30 ml zucchero = 2 cucchiai
  • 70 ml acqua calda = 7 cucchiai 
  • 2,5 ml di polvere di dashi = mezzo cucchiaino
  • 1 pizzico di sale 
  • 1 cucchiaio di mirin [sake dolce] 
  • olio per friggere
Questi ingredienti li ho presi dal video che segue, dove si vede benissimo la tecnica per arrotolare la frittata nella padella rettangolare, ma vi assicuro che si fa benissimo anche in una padella normale, i giapponesi come si sa curano molto le squadrature che fanno un bellissimo effetto, ma se proprio si vuole si possono tagliare le due estremità e la frittata diventa squadrata.



Quando faccio questa frittatina con un solo uovo per i sei sushi che si vedono in foto uso questi ingredienti:
  • 1 uovo grande o due piccoli
  • 1 cucchiaio d'acqua
  • 1 cucchiaino raso e scarso di zucchero
  • mezzo cucchiaino di salsa di soia, o meglio 3 gocce
  • 1 spruzzata di nam pla [per sostituire il dashi che non ho]
  • qualche goccio d'olio o una punta di burro
Di solito metto pochissimo riso nei sushi come si vede dalla foto sotto al titolo, ma ogni tanto mi vengono cicciottelli come nella foto qui sotto, di qualche tempo fa, con asparagi e porri e dove la frittata mi è venuta tipo strapazzata ma sempre buona.



E infine ecco i sushi arrotolati al contrario, con l'alga nori all'interno e il riso fuori, che si chiamano uramaki. Qui si vedono meglio gli strati dell'omelet, e non sono nemmeno difficili da fare.


9 comments:

  1. Non avevo mai visto il sushi con la frittatina e lo voglio provare, se trovo il dashi...sei una fonte inesauribile di notizie e di colori! ciao

    ReplyDelete
  2. Ma che meravigliaaaaaa!!!Questa devo assolutamente farlaaa! mi piace un saccooo! baciiiii, Titti

    ReplyDelete
  3. Ciao!!!! Passando da Fede ho avuto modo di conoscere anche te!!!!!!
    Complimenti per il blog!!!!
    Bellissimo!!! Subito tua sostenitrice!!!!!!!!
    Un abbraccio!!!!!

    ReplyDelete
  4. Ficou muito lindo este prato e me parece bem apetitoso. tenha um bom fim de semana. Abraços Marta.

    ReplyDelete
  5. Stavo giusto guardando il film wall street, quello vecchio originale, e ho notato che c'era una fantastica macchinetta a manovella per fare le palline di riso ovali... fantastica!
    anche io impazzisco con il riso a fare le palline, ma forse per il motivo opposto visto che qui è troppo appiccicoso! Se trovassi la macchinetta... gnam gnam!

    ReplyDelete
  6. Chamkiiiiiiiiii....posso svenire???????? io addddddoro il sushi e adesso, che con il Dany abbiamo fatto 20 km a piedi al mare, me ne papperei un piatto enorme...mamma mia che meraviglia!!!!!

    ReplyDelete
  7. So di essere completamente controcorrente anche qui in Italia, dove adesso è di gran moda il giapponese, ma confesso di non aver mai assaggiato il sushi in vita mia. In realtà non ne ho mai avuto occasione, ma mi piacerebbe farlo.

    ReplyDelete
  8. che trionfo di colori e di sapori, bello il ivdeo spèero di diventare bravo cosi

    ReplyDelete
  9. Grazie a tutti per la visita e i commenti.

    Dona, a Venezia di certo c'e` un sushi bar, o no?

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails