Sardine all'aceto con patate skordalia


Stamattina dopo aver visto il Bakalario me skordalia di Ornella sono corsa a cambiare il titolo di questo post che era quasi pronto per essere pubblicato, perché io le patate le faccio spesso così, ma non sapevo che avessero un nome così carino. L'unica differenza è che io mi limito a schiacciarle con la forchetta invece di sbatterle a salsa.

Le sardine sono al momento l'unico pesce che riesco a trovare facilmente e quindi devo inventare sempre nuove ricette per renderle appetibili, oggi ho pensato all'aceto e alle sarde in saor ma ovviamente il risultato ne è ben lontano, proprio come l'India da Venezia, del saor ho preso solo l'aceto.

La premessa per una buona riuscita di questa ricetta sono le sardine di ottima qualità, che non sono certo quelle indiane o asiatiche in generale, troppo piccole e immerse in un liquido opaco, ma per esempio quelle brasiliane belle sode e grandi, infatti nella scatola ce ne stanno solo due.

Ingredienti:
  • sardine in scatola di ottima qualità
  • aceto di vostra preferenza, io ho usato quello di mele
  • aglio 
  • cipolline fresche
  • menta
  • cilantro [coriandolo fresco] oppure prezzemolo
  • patate bollite
  • pomodori
  • olive kalamata
  • sale e pepe
  • olio extra vergine di oliva
  • uovo semi bollito - opzionale
  1. Immergere le sardine scolate dall'olio in acqua caldissima in modo da eliminare completamente l'olio [il mio super metodo] e di conseguenza il caratteristico cattivo odore di scatola, passare la forchetta sopra le sardine per rimuovere le scaglie mentre sono ancora nell'acqua. Prendere le sardine delicatamente e metterle in una ciotola, tenerle coperte da aceto per almeno mezzora.
  2. Preparare il piatto con pomodori a fette, olive kalamata e cipolline fresche, o altre verdure di vostra preferenza.
  3. Schiacciare le patate e condirle con aglio pestato fine, aceto, olio extra vergine di oliva, sale e pepe. Aggiustate secondo il vostro gusto.
  4. Prendere metà delle patate e aggiungere le sardine scolate, menta e cilantro tritati. Mescolare.
  5. Mettere al centro del piatto il coppapasta e riempirne a metà con le patate skordalia e l'atra metà con patate e sardine.
Decorate a vostro piacimento!

Voglio anche aggiungere che oltre al mio super metodo per eliminare il gusto cattivo di scatola immergendo le sardine in acqua caldissima ed eliminando l'olio che viene a galla buttando via l'acqua, qui vi propongo la marinata nell'aceto che le rende anche digeribilissime. 
Erano diventate già più digeribili con l'eliminazione dell'olio di conservazione ma con la marinata nell'aceto oserei dire che sembrano fresche, perlomeno dopo che sono arrivate nello stomaco! 
Come potrei dire che sembrano fresche mentre si mangiano? Non posso dirlo, sono sempre in scatola, ma nella marinata subiscono una trasformazione incredibile, e siccome l'aceto, una volta scolate, non si sente tanto, mi sa che dalla prossima volta andranno sempre marinate con questo nuovo metodo.
Prima ho inventato l'acqua calda e adesso ho inventato l'aceto, dico brava a me stessa, per essere esatti il mio stomaco mi ringrazia.
Beato chi mangia pesce fresco, oh come piacerebbe anche a me!

11 comments:

  1. Fai dei piatti così belli che scommetto che poi non riesci a profanarli... :-) Brava!

    ReplyDelete
  2. Che bello! Sai che ieri ho fatto esperimenti con le alici e la skordalià? Avevo provato a marinarle ma mi sono venute troppo salate :( perciò le ho amalgamate alle patate! Comunque mi piacciono moltissimo le sardine, ed il pesce azzurro in generale, perciò questa preparazione sarà prestissimo sulla mia tavola! Grazie carissima per l'idea, per il link e buon inizio settimana!

    ReplyDelete
  3. Ciao Chamki ! ma che colori nei tuoi piatti ! Gustosissimo questo piatto !! Complimenti !

    ReplyDelete
  4. bellissimi questi tuoi piatti sempre colorati e profumati, brava!

    ReplyDelete
  5. Gustoso e bellissimo da vedere. Un altro tuo piatto cui mi ispirerò. Buona notte, Sabri

    ReplyDelete
  6. buona la ricetta, adoro i tortini di patate e in questo caso mi è piaciuto il trattamento delle sardine (già una volta, ricordo, ne avevi scritto del trattamento con acqua calda). La decorazione poi è proprio raffinata :)

    ReplyDelete
  7. QUesta ricetta è davvero invitante e presentata benissimo, come sempre! Un piatto unico davvero sfizioso insomma!

    ReplyDelete
  8. (^-^) Francesca, grazie, e stai certa che li profano benissimo, non ci penso su nemmeno due volte ma che dico nemmeno una volta! :D

    (^-^) Darshan, e lo so che a te l'aceto piace! (^-^)

    (^-^) Ornella, anche a me e' successo di usare le patate per riparare al salato! Grazie a te carissima! Buona settimana!

    (^-^) Rossella, grazie!

    (^-^) Zia Elle, grazie!

    (^-^) Sabri, grazie!

    (^-^) Bea, non l'ho detto ma le sardine marinate nell'aceto, dopo averle lavate dall'olio, diventano digeribilissime, anzi adesso l'aggiungo nel post. Grazie carissima.

    (^-^) Claudia, Grazie!

    ReplyDelete
  9. un piatto che risveglia bello e buono, chissà il profumo del coriandolo fresco con le cipolline e le olive, magnifico

    ReplyDelete
  10. Questa ricettina è fantastica! Non prendertela se ti dico che ovviamente vivendo in sardegna lo farò con le sardine fresche :)
    D'altronde tu puoi mangiare il Dragonnfruit quindi siamo pari!

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails