Spaghetti piccanti con sardine e olive kalamata



Da quando ho inventato il metodo dell'acqua calda (!) le sardine in scatola profumano di mare invece di avere quell'odore di pesce in scatola che non mi piaceva per niente. Se quindi mi viene una fame improvvisa, soprattutto la sera quando avevo pensato di non mangiare, mi preparo due spaghetti sfiziosissimi veloci veloci, e stasera alle 18 c'era pure abbastanza luce solare per fare una foto decente.


(!) Per prima cosa bollite mezzo litro d'acqua, spegnete il fuoco, prendete una sardina alla volta con la forchetta e dolcemente lasciatele scivolare nell'acqua. Dopo un minuto riprendetele delicatamente con la forchetta e adagiatele su un piatto. Noterete che olio e scaglie rimangono nell'acqua che butterete mentre le vostre sardine senza olio hanno acquistato il profumo di mare. Questa è una tecnica inventata da me che elimina davvero quell'odore di scatoletta e mi consente di mangiarle più spesso.


Ingredienti per una persona affamata:
  • spaghetti [io ne ho messi 100 grammi]
  • 1 scatola di sardine sott'olio processate col mio metodo per eliminare l'olio di conservazione
  • 1 peperoncino rosso fresco piccantissimo
  • 4 capperi sotto sale, ammollati e dissalati
  • 3 olive kalamata 
  • 2 cipolline fresche con un poco di verde
  • 1 spicchio d'aglio 
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di coriandolo fresco e menta fresca tritati 
  • olio extra vergine di oliva
  1. Mentre bolliva l'acqua della pasta ho tagliato le cipolline a fette e le ho messe a stufare nell'olio, ho quindi aggiunto quasi subito il pesce e con la spatola l'ho tagliato in tre pezzi, il peperoncino piccante a cui ho tolto i semi, i capperi e le olive intere.
  2. Alla fine ho aggiunto l'aglio e ho fatto spazio nel mezzo della padella, spostando tutto ai lati, per far rosolare il pangrattato. Non mi andava di usare un'altra padella. Ho evidentemente usato una padella molto larga, mi piace avere spazio.
  3. Ho quindi messo da un lato il pangrattato rosolato, ho girato la pasta con il resto del condimento, ho aggiunto le erbe fresche tritate, e sopra a tutto ho messo il pangrattato.
Di un buono ma di un buono che non vi dico, o ve lo dico? Ho ancora il sapore in bocca.

Provateli!


14 comments:

  1. Che meraviglia questo piatto di spaghetti, fa venire l'acquolina!!

    ReplyDelete
  2. con quel trucchetto credo che mi riavvicinerò alle sardine, grazie per averlo scritto, un bacio grande e buon we cara Chamki!

    ReplyDelete
  3. che bella ricettina .. :) e grazie del consiglio sulle sardine e l'acqua calda.

    ReplyDelete
  4. tu ne sai una più di un diavoletto!!!!! e invece sei in angelo..un angelo silenzioso misterioso...un bacio grande!

    ReplyDelete
  5. sull'essere buona ci credo a vista! l'aspetto di qesta pasta è davvero appetitoso! ciao Ely

    ReplyDelete
  6. La tua cucina in India, nonostante stanchezza e improvvisazione, è proprio piena di amore.

    ReplyDelete
  7. Buoni buoni buoni, m'intriga tanto questa ricetta!

    ReplyDelete
  8. Grazie, grazie a tutti voi per la visita e il commento, che dire? avete ragione era proprio buona tanto che l'ho voluta postare subito dopo averla mangiata.
    Un bacione a tutti e buona domenica!

    ps: solo gli angeli possono riconoscere un altro angelo ah ah ah i am joking, am i?

    ReplyDelete
  9. Lo so che sono buone, le faccio anche io!

    ReplyDelete
  10. Grazie Memmea, ma che vuoi dire? che anche tu lavi le sardine in scatola in acqua calda?

    ReplyDelete
  11. Lo spaghetto è sempre buono....ma questo sembra delizioso...complimenti e kiss kiss

    ReplyDelete
  12. Buono questo piatto:-) una buona alternativa col pesce;-)
    Tanti saluti dall´hotel Scena, Annalena.

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails