Ostriche!

Photo attribution: David Monniaux from Wikipedia

L'altro ieri ho letto un articolo in cui si dice che negli ultimi anni le barriere di ostriche sono diminuite globalmente di circa l'85-90%, e oggi per strana coincidenza mi sono imbattuta in questo video molto interessante in cui Kate Orff, architetto paesaggista, che usa spazi verdi urbani e spazi blu in modo nuovo, ci chiede di ripensare al "paesaggio", e propone le ostriche come agenti di cambiamento urbano.
Allevate nei fiumi della città le ostriche che vivono succhiando l' acqua inquinata la rendono pulita. L'idea mi piace  davvero molto!

In questo video Orff condivide la sua visione di un paesaggio urbano che collega la natura e l'umanità per il beneficio reciproco.

Mi spiace ma stavolta non ci sono i sottotitoli in italiano, lei comunque parla davvero in modo chiaro e comprensibile.

18 comments:

  1. In effetti è una bella idea....kiss kiss

    ReplyDelete
  2. un'ottima idea quella di far filtrare l'inquinamento alle ostriche.. forse si mangerebbe pesce più sano. a presto

    ReplyDelete
  3. Interessante. Ma le ostriche vivono in acqua salata, quindi il sistema sarebbe applicabile solo alle città costiere, come New York appunto, dove i canali sono alimentati dall'acqua marina della baia. Se funzionasse sarebbe perfetto per Venezia.

    ReplyDelete
  4. adoooooro le ostriche!!
    e poi ora vengo a sapere pure che hanno un'anima.. green!!
    grazie chamki per questa chicca di notizia!
    buona settimana!

    ReplyDelete
  5. wow ... una specie di orgonite al naturale vero?!
    li ho visti proprio ieri al supermercato e mi avevano fatto venire voglia di farli fritti ... slurp ...
    =) love it the new white look
    ciao

    ReplyDelete
  6. Grazie a tutti, siete stati davvero carini a commentare questo post! Buona giornata e buon inizio settimana.

    ReplyDelete
  7. Per me è stato un piacere, sulle ricette personalmente ho, ehm... qualche difficoltà. :D
    Ciao!

    ReplyDelete
  8. No problem Dona, lo so!
    However, mi piacerebbe sapere che mangi eh eh eh . . . e ogni tanto una ricetta potresti postarla, magari solo la foto eh? immagino che c'e' qualcuno che cucina per te? come vorrei che qualcuno cucinasse per me! ma solo le cose che mi piacciono, infatti ho licenziato la cuoca indiana! In India costa relativamente poco avere la cuoca, non credere che io sia tanto ricca da avere la cuoca ;)
    Ciao!

    ReplyDelete
  9. Ciau! troppo interessante il tuo commento per non dedicarci un intero post!! baciotti
    Vero

    ReplyDelete
  10. La ta cucina è molto particolare, sono rimasta a bocca aperta, bellissime ricette!
    Elisa

    ReplyDelete
  11. @Chamki: Non è che non cucino, lo faccio perchè è necessario, ma la mia cultura si ferma alle ricette "standard" italiane. Per capirci, le cose più elaborate che faccio sono la pasta e fagioli, i risotti, lo spezzatino, il bollito. Niente di che. Inoltre i sapori nuovi sono in genere poco graditi in famiglia.
    Ho invece un marito appassionato, questo si, che spesso (ma non regolarmente) si diletta ai fornelli: è il suo modo per contribuire alle incombenze familiari, così io lo lascio fare ben volentieri. In compenso io mi occupo di altre cose che in Italia sono generalmente in capo ai mariti. Insomma ci siamo spontaneamente divisi i compiti secondo i gusti personali e non secondo gli schemi tradizionali.

    ReplyDelete
  12. ^^ Vero, ci hai fatto un post? allora devo risponderti li!

    ^^ Grazie Elisa.

    ^^ Dona, lo faccio anche io perché e' necessario! Ne farei benissimo a meno di cucinare. . mi pare di averlo già detto… Ciao!

    ReplyDelete
  13. Beh, beh... Se così fosse mi sa che non prepareresti, solo per te stessa, delle ricette così elaborate, e soprattutto non terresti un blog di cucina. O no? ;)
    Cucinare perchè "devo" per me significa che, quando sono sola, non accendo nemmeno il gas e festeggio l'evento con un bel panino imbottito. Tutto sta a intendersi... :)

    ReplyDelete
  14. Dona, quali sarebbero le ricette elaborate? Forse ce ne sono tre o quattro su trecento, e mica posto tutto quello che mangio tutti i giorni, quindi ti assicuro che ne farei benissimo a meno di cucinare, anzi avevo pure la cuoca proprio per evitare di cucinare, ma a parte qualche volta in cui mi cucinava con entusiasmo, soprattutto quando c'erano ospiti, era raro che mi facesse qualcosa di davvero gustoso tanto che alla fine l'ho licenziata.
    Non sei la sola a pensare che fare queste cose solo per me e' strano quanto meno, e anzi credo che le mie sorelle mi ridano alle spalle, il che non mi tocca nemmeno, ma qui non c'e' modo di fare panini, non c'e' niente che tu apri il frigo prendi e metti dentro al pane, qui a parte pochissime eccezioni quando compro il prosciutto cotto o il salame, ma mica sempre, avrei solo il cheddar che pero' e' accettabile solo nel cheese toast, Tra l'altro i salumi con questo caldo li posso mangiare solo per alcuni mesi invernali [relativi] oppure molto di rado.

    Le insalate che sarebbero comode da tenere in frigo pulite devo stralavarle e disinfettarle prima di poterle mangiare, un lavoro enorme che non hai neppure lontanamente l'idea, e ultimamente nemmeno le compro perche' non le trovo quasi mai belle fresche.
    Tesoro, il blog di cucina lo tengo perche' mi piace fare le foto a questi miracoli che riesco a fare in un mondo dove questi piatti sono impossibili da immaginare, e poi e' nato come rilassamento dopo che ho chiuso diversi altri blogs di diversa natura, e si e' rivelato importantissimo per la mia sopravvivenza.
    Cioe' se non tenessi il blog mangerei come te! ah ah ah e io sono una che ama la buona cucina e anche la varieta', mi annoierei da morire a mangiare sempre le stesse cose e poi cosa? quello che mangiano gli indiani? riso e lenticchie?
    Tu mi stuzzichi ma io ti rispondo e mi diverto pure, spero di essermi spiegata ma altrimenti sono pronta a dirti di piu' ah ah ah
    Ciao!

    ReplyDelete
  15. Ok, ok! Allora farei in questo modo: il "devo cucinare" lo riferiamo molto di più al fatto che alternative alimentari, in pratica, non ne hai a disposizione, e molto di meno al peso che potrebbe darti farlo. Il tutto viene rafforzato dal fatto che per te mangiare (come Dio comanda) è una cosa importante. Così ti pare che possa andare? :D
    Sogni d'oro, cara.

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails