Filetto di pesce ghiotto ghiotto



Non ho scritto red snapper, ma questa ricetta l'ho fatta con questo pesce del mar arabico che cucino in tutti i modi possibili, visto che è l'unico pesce che trovo fresco al supermercato [al mercato del pesce invece non ci vado più perché sono stata fregata abbastanza, che peccato!], avrei senza dubbio preferito il pesce stocco.
L'altro ieri volevo comprare ancora il pesce fresco da surgelare, ma appena arrivata al reparto pesce mi son cascate le braccia e mi sono chiesta chi avrebbe comprato quei filetti evidentemente stravecchi e ho subito girato i tacchi [che non ho] per allontanarmi dalla visione orrenda. E quindi per un po' niente pesce fresco, quello di oggi è l'ultimo pezzo di un enorme red snapper freschissimo che avevo surgelato qualche settimana fa, e l'ho cucinato alla ghiotta, una ricetta della cucina tradizionale siciliana ma anche calabrese [senza uvetta] che si fa col baccalà o col pesce stocco, che sono due metodi diversi di conservazione del merluzzo, sotto sale oppure essiccato.
Perche ho scritto ghiotto ghiotto? In India gli aggettivi vengono sempre raddoppiati per intensificarli o per fare il superlativo.
Certo la ghiotta non si fa col red snapper, ci vuole un pesce come il pesce stocco dal gusto deciso, ma per oggi mi sono accontentata.

Ecco gli ingredienti:

  • pesce - baccalà, pesce stocco, stoccafisso, o merluzzo
  • patate
  • pomodori freschi o pelati
  • l'origano fresco è una mia aggiunta solo perché l'avevo in frigo
  • cipolla e aglio 
  • sedano
  • olive verdi ma anche nere, io metterei anche le kalamata
  • capperi
  • uvetta lavata e ammollata
  • foglia d'alloro 
  • peperoncino se vi piace, io stavolta non l'ho messo
  • vino bianco - opzionale
  • pinoli - io qui me li sogno e comunque sono buoni solo quelli italiani 
  • olio extra vergine di oliva
  1. Ho rosolato la cipolla con la foglia d'alloro, poi ho aggiunto sedano, olive e capperi tritati, i pomodori a filettini e il pesce, ho sfumato con il vino, ho messo le patate e coperto d'acqua.
  2. A metà cottura ho aggiunto le uvette e le foglioline di origano fresco.
  3. Quando il liquido è ristretto il pesce è cotto ma ovviamente la cottura dipende dal tipo di pesce.

Questa è una padella italiana che ho trovato al supermercato, gli scambi commerciali tra Italia e India sono in fase di boom addirittura con le pentole! Speriamo che mi duri di più di quelle indiane.

12 comments:

  1. che bella padella colorata e ricetta italiana very nice :-) saporita e gustosa, io lo faccio simile con il merluzzo :-) baciii

    ReplyDelete
  2. Ghiotto ghiotto rende molto meglio che ghiottissimo ^___^ Mica male l’usanza degli indiani! E a me fa proprio voglia voglia di far fare un salto in padella al filetto di baccalà che staziona in freezer :D! Un bacione, buona settimana

    ReplyDelete
  3. Ciao,essendo siciliana doc trapiantata a Milano, ti dico che mia madre cucina spesso "u baccalaru a ghiotta"
    baci
    Silvia

    ReplyDelete
  4. Brava brava Chamki! Belle belle le foto :) anche da noi, in fondo, quando si vuole sottolineare ben bene (eccoci ancora ah ah) una cosa e darle risalto, raddoppiamo! e ho scoperto che anche in giapponese è così...trovo sia un modo molto delizioso e affettuoso, come la tua cucina! ogni giorno ci fai scoprire un segreto in più di questa terra. Quando arriverà il giorno anche per me, di metterci piede, sarà bellissimo! grazie

    ReplyDelete
  5. Bel piatto colorato e saporito...saporito!!!!!!

    ReplyDelete
  6. carissima Chamki, le tue foto sono una visione ! Se non abitassi dall'altra parte del mondo verrei a pranzo da te qualche volta! Un bacione e buona settimana...

    ReplyDelete
  7. Ciao cara Chamki, questa ricetta veramente deliziosa allora potrei benissimo farla con il baccalà.....secondo me viene una favola. Grazie proverò...una volta tanto gli ingredienti per me sono tutti di facile reperibilità :D
    Un bacione

    ReplyDelete
  8. Accontentata ? la foto parla da sola :-))))))
    bacio , chiara

    ReplyDelete
  9. Ma sei tu ad averlo reso ghiotto ghiotto questo pesce.Non sarà lo stocco(che io adoro),ma Chamki,in quella padella nuova fiammante,il tuo red snapper,quasi parla!!
    UN bacione tesò!!

    ReplyDelete
  10. Grazie a tutti, oggi vi mando un bacio collettivo, sono un po' presa e si e' fatto tardi.
    Ciao, a presto!

    ReplyDelete
  11. non è niente male sopratutto è ricco di sapore con le olive, pomodoro, uvetta e capperi

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails