Thai sweet chili sauce



Rimango sull'onda della cucina tailandese  con questa che è forse la salsa tailandese più conosciuta, dolce e poco piccante, appena salata e con quel tanto di agro cha fa giusto salivare appena si mette in bocca. È inoltre semplicissima e la possono fare tutti, e dire che io l'ho sempre comprata non sapendo che fosse così facile da fare in casa.

Ingredienti:

  • 120 ml di aceto di riso, ma io ho usato aceto di mele
  • 120 ml di zucchero 
  • 60 ml di acqua
  • 3 cucchiai di fish sauce sostituibile con un grosso pizzico di sale [per i vegetariani]
  • 2 cucchiai di sherry, ma io ho usato vino bianco 
  • 3 spicchi d'aglio tritato
  • 1 cucchiaio di peperoncino piccante secco sbriciolato o ancor meglio fresco tritato fine
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato (una mia aggiunta)
Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino e portare a bollore a fuoco alto, abbassare la fiamma e cuocere fino a che il liquido sarà ridotto a metà circa e diventato sciropposo.
Assaggiare e aggiustare di sale e di peperoncino.

Ho provato la prima volta ad usare la maizena per addensare la salsa ma la preferisco senza, voi potete farlo se vi piace gelatinosa.

Questa è la classica salsa per gli spring rolls ma si può mettere un po' dappertutto, sulle verdure saltate in padella, per marinare pollo o pesce, o dove vi ispira la vostra creatività. Osate.

La salsa piccante tailandese invece la trovate qui: Nam prik pao.




12 comments:

  1. Questa, senza la fish sauce ovviamente, la posso (anzi, la devo) fare!!!!!!!!!!!! te l'ho già detto ma te lo ripeto: adoro i tuoi post !

    ReplyDelete
  2. Franci sei arrivata come un razzo mentre stavo inserendo l'aglio che avevo dimenticato . . . si si lo so che questa la farai. Ciao

    ReplyDelete
  3. Ecco grazie! dopo la salsa teryiaki fatta a casa l'altra sera (tutta un'altra cosa rispetto a quelle comprate), mi mancava questa!
    Due domandine: il peperoncino e' fresco o essicatto? e una volta fatta quanto si conserva?
    Ciao!

    ReplyDelete
  4. Alessandro, prego, certo che fatte in casa sono decisamente tutt'altra cosa da quelle comprate. Il peperoncino può essere sia fresco che secco, e io sceglierei quello fresco se lo avessi, sembra strano ma in India i peperoncini freschi sono sempre verdi e quelli rossi freschi si trovano di rado. Non so esattamente quanto si conserva ma non molto credo per via dell'acqua e della maizena, una o due settimane in frigo direi, e comunque questa quantita' non e' molta ed essendo poco piccante si abbonda.
    Ciao!

    ReplyDelete
  5. Caspita neanche io sapevo che ci volesse così poco!! io l'adoro questa salsa, come tutte quelle agrodolci!
    conservare?! non credo che possa essercene bisogno!
    :)

    ReplyDelete
  6. carissima, questa salsa è facile da fare e deve essere buonissima...Un bacione...

    ReplyDelete
  7. Ecco, questa si può decisamente fare...e la proverò prestissimo :D
    un bacione

    ReplyDelete
  8. Ma dai! l'ho mangiata giusto stasera ad un ristorante francese-tailandese con gli anelli di cipolla ed i calamari fritti e mi chiedevo come si facesse!
    Grazie ora lo so!
    Baci.

    ReplyDelete
  9. Ciao Chamki ! Ti vedo lanciata con salse e salsette , questa poi agro-dolce mi piace molto ! grazie di queste ricette ! Appena recupero un po' di tempo rilassato proverò a fare qualcosa. Sai che la stevia ho provato a coltivarla qui a Bergamo , ma se n'è andata col freddo... ciao, un abbraccio !!

    ReplyDelete
  10. ~ Vero, ci vuole davvero poco, benvenuta!
    ~ Chiara, un bacione anche a te
    ~ Viola, :D
    ~ Erica, che sincronicita'! Baci
    ~ Rossella, si sto esplorando le salse! Ma poi che ci facevi con la stevia fresca o seccata? non credo che si possa mettere nel caffe' o nei dolci se non e' trasformata in polverina . . . ciao, abbraccio anche a te!

    ReplyDelete
  11. 120 ml di zucchero? intendi grammi vero?

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails