Furikake di sardine e basmati con spinaci ma anche peperoni o scarola riccia


❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ Happy New Year a tutti voi  ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤

Furikake è forse l'insaporitore giapponese per eccellenza, da spargere sul riso bollito o da usare in altri mille modi. In India si chiamerebbe chutney secco, infatti mi ricorda il chutney di Bombay duck. Anche la cucina giapponese sa essere piccante e questo furikake lo prova.
Il gomashio, di cui ho parlato qui, è anche un furikake, e ci sono tantissime varianti di questo tipo di condimento, di cui vi darò altre ricette, ma oggi ho scelto questa a base di sardine. A me le sardine in scatola non piacciono quasi per niente ma trasformate in furikake diventano una delizia.

La ricetta originale la trovate qui: justbento.com, un sito che tutti gli amanti di cucina giapponese conoscono, io ho solo modificato qualcosa inventando il processo dell'acqua calda (!) che davvero elimina tutto l'olio, mentre nel sito viene suggerito di asciugare l'olio con la carta cucina, e infine le mandorle/pinoli che ho preferito tostare separatamente invece che aggiungerle alla fine con il rischio di bruciare il resto.

Ingredienti tutti reperibili facilmente in Italia:
  • 2 scatole di sardine sott'olio (ma io lo faccio anche con il salmone Alaska in scatola al naturale)
  • 1 litro d'acqua
  • 2 spicchi d'aglio
  • 2 cucchiai di pinoli [io costretta ad usare le mandorle]
  • 1 cucchiaino di pepe macinato fresco
  • peperoncino piccante (secondo il vostro gusto)
  • 2 cucchiai di sake, sherry o whisky [io ho usato vino bianco]
  • 2 cucchiai di Worcestershire sauce
  1. Bollire l'acqua, togliere le sardine dalle scatole facendo sgocciolare l'olio e immergerle nell'acqua bollente. Spegnere il gas e lasciare le sardine nell'acqua per un minuto. In questo modo si può eliminare l'olio completamente perché viene a galla. 
  2. Prendere le sardine con un mestolo forato, adagiarle su un piatto, togliere la spina centrale e ripulirle.
  3. Mettere i pinoli/filetti di mandorla a tostare leggermente su una padella antiaderente, mescolando per non farli bruciare. Tenerli da parte per il mix finale.
  4. Mettere le sardine nella stessa padella antiaderente senza alcun condimento e su fuoco basso e romperle con una spatola di legno per farle asciugare creando dei fiocchi - lavoretto lungo.
  5. Quando il pesce diventa quasi asciutto aggiungere l'aglio schiacciato o tritato e continuare la cottura sempre schiacciando con la spatola fino a che tutto diventa completamente asciutto.
  6. Aggiungere il sake o il vino e farlo evaporare.
  7. Aggiungere la Worcestershire sauce e farla completamente evaporare. A questo punto il pesce deve essere leggero e a fiocchi.
  8. Aggiungere le mandorle o i pinoli tostati, mescolare bene per pochi secondi e finire con il pepe e il peperoncino.
  9. Versare subito in una ciotola per evitare che continui a cuocere e invasare quando diventa freddo.
Si mantiene in frigo per una settimana.

Con questo furikake dal gusto decisamente giapponese ho insaporito, in tempi diversi, tre piatti di riso basmati, con spinaci, scarola riccia e peperoni arrostiti.


La prima volta l'ho provato su un piatto semplicissimo di riso basmati bollito e spinaci bolliti conditi con olio extra vergine di oliva e succo di lime.



Le mandorle tagliate a filetti ricordano i pinoli ma di certo non nel sapore quindi successivamente [questa è un'aggiunta di qualche mese dopo] ho preferito tritarle a granella e provare altri due abbinamenti che inserisco qui perché decisamente troppo buoni.

La scarola riccia non è una verdura indiana e quindi si trova solo in alcuni negozi che vendono roba straniera [si può dire esotica?] come i prodotti italiani, oppure talvolta la trovo al mercato generale e sono sempre felice di comprarla nonostante che sia dura come lana d'acciaio. Come mai? Evidentemente non sanno coltivarla perché ha le foglie dure e quasi niente foglie gialle interne, sembra quindi che non abbiano la più pallida idea dell'imbiancatura che si ottiene legando i cespi qualche tempo prima della raccolta. Ma a chi glielo vado a dire?

Intanto ogni volta che trovo questa scarola son felice di comprarla anche a prezzi esagerati, e per quanto sia impossibile mangiarla cruda, come mi piacerebbe, diventa molto gustosa rosolata a crudo con olio extra vergine di oliva, aglio e peperoncino, e quindi cotta per qualche minuto con qualche cucchiaiata d'acqua.
La scarola mi ricorda sempre una focaccia ripiena stupenda con scarola, acciughe, olive e capperi che ho mangiato a Roma tanti anni fa e quindi ho aggiunto anche capperi e olive kalamata che insieme al furikake di sardine hanno rallegrato questo piatto di riso basmati e le mie papille gustative.

E per ultimo ecco un altro semplice piatto di riso basmati, condito con peperoni arrostiti e olio extra vergine di oliva, diventato speciale con questo furikake di sardine.






22 comments:

  1. Questi sono gli insaporitori che mi piacciono, non le polverine tutto sale e poco più che si trovano al super. Sono andata a guardare il post del gomasio, mi hai sollevata! Non sono tanto di fuori allora visto a volte lo mangio a cucchiaiate anch'io ^__^ Baciotti

    ReplyDelete
  2. confesso di non saper nulla di tutto questo, devo informarmi...grazie per avermi fatto conoscere qualcosa di nuovo cara Chamki, buona giornata, un bacione...

    ReplyDelete
  3. Senza sardine sarebbe perfetto per me!!!!!!!!!!!! ma quante cose sai????? ^_^ Un abbraccio

    ReplyDelete
  4. Anch'io non amo per niente le sardine, ma lo vorrei provare questo furikake. Grazie per la tua inventiva e ancora buon anno!!!

    ReplyDelete
  5. Mi attira assai... e mi incuriosisce molto.
    Stavo giusto lavorando con l'immaginazione su un piatto a base di sardine...

    ReplyDelete
  6. oh che bello, pensa che mi sono copiata sul pc tutti i furikake del sito, ma ne ho realizzato solo uno ( quello dei fiocchi d pesce che colora di rosa...io li ho lasciati bianchi :P )...questo mi piaaaaace!!

    ReplyDelete
  7. Ciao Chamki! La mia esperenzia con questo tipo di insaporitori di ferma all'annusamento del gomasio, ma questo piattino fa gola davvero!

    ReplyDelete
  8. Buon anno!
    Quanti bei piatti che ci stai facendo conoscere, io sto facendo la corte al riso!

    ReplyDelete
  9. ❀❀❀ Fede, grazie, come vedi piacciono anche a me! Baciotti anche a te. (^0^)

    ❀❀❀ Chiara, di che ti devi informare? Buona serata e un bacione.

    ❀❀❀ Giulia, provalo, sono certa che ti piacera'. Bacioni.

    ❀❀❀ Alessandro, fammi sapere se ti e' piaciuto quando lo farai. Bacioni.

    ❀❀❀ Valina, si anche io li ho salvati tutti! e li faro' anche tutti. Bacione.

    ❀❀❀ Sara, l'annusamento e' il primo passo prima dell'assaggio. Ciao!

    ❀❀❀ Tania, buon anno anche a te, fammi sapere come ti va col riso!

    ReplyDelete
  10. Franci tesoro scusa ti ho saltata, si lo so che senza sardine. . . .
    un abbraccio anche a te con la promessa che il prossimo sara' vegan

    ReplyDelete
  11. very nice!!!! mi ricorda i miei primi mesi in Jap che andavo matto con i furikake, pero` li compravo al supermercato ... e vederti fare il furikake mi lasci con un bel sweet smile :)

    ReplyDelete
  12. Qui da te scopro sempre un sacco di cose nuove. Sarebbe bello poterle provare tutte, spesso però gli ingredienti qui non li trovo e così tante cose restano lì, in attesa del momento giusto :D
    Grazie per le info sul platano....
    Un bacione

    ReplyDelete
  13. ❀❀❀ Darshan, sweet smile is very good :)

    ❀❀❀ Viola, si lo so infatti, anche se non sempre ci riesco, cerco di postare ricette con ingredienti facilmente reperibili in Italia come in questo caso. Bacione anche a te.

    ReplyDelete
  14. Mi mancavano le tue ricettine!
    Bentornata (me ne sono accorta solo ora, gli aggiornamenti non funzionano benissimo nel mio blog).
    Ti auguro un felice 2011!

    ReplyDelete
  15. Buon 2011!! Anch'io sono attratta e incuriosita da questa ricetta e la voglio provare. Ciao Daniela.

    ReplyDelete
  16. bentornata cara chamki e felice anno nuovo! un bacione

    ReplyDelete
  17. che bello il nuovo header chamki! mi piacciono un sacco i nuovi colori del tuo blog!
    ti mando un bacione e buon week-end! ale

    ReplyDelete
  18. Ei Chamki che aria nuova nel tuo blog ! le tue ricette mi intrigano e anche questa mi sembra proprio fattibile, potrei provarci ! Buon fine settimana !!!

    ReplyDelete
  19. Con un pochino di ritardo....welcome back!
    Ricetta favolosa e bellissime foto,but then again,what's new?
    Un bacione

    ReplyDelete
  20. bentornata cara chamki!! sono stata tanti giorni senza connessione al web e il mio primo commento è per te. but what's furikake?? da provare assolutamente! a presto

    ReplyDelete
  21. Interessantissimo il tuo post, geniale le tue ricette!!! sempre perfetta cara, buona anno e buona Domenica :)

    ReplyDelete
  22. è una preparazione che mi incuriosice molto sono alla ricerca di insaporitori nuovi da utilizzare al posto del sale e quindi curioso molto

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails