Hed Hoo Noo, il fungo nero croccante



Un fungo croccante? Sembra una contraddizione, ma questo fungo nero ha davvero una strana struttura e una consistenza scivolosa e croccante molto piacevole, e anche senza avere un sapore particolare si sposa felicemente con pollo, cipolla e tanto zenzero. 
Hed hoo noo è il nome tailandese e l'ho scelto perche la ricetta che segue è tailandese, ma il fungo si mangia in tutta l'Asia ed è conosciuto come mù'ěr (orecchio d'albero) o semplicemente fungo nero [black fungus], in Giappone si chiama kikurage [la medusa del bosco] perche assomiglia alle meduse vere che si mangiano.

Qui nella sua forma secca, nera da una parte e nocciola dall'altra che sembra un cartone arricciato.
Questo fungo e ricco di vitamina B, E, calcio, ferro e potassio, e secondo la medicina cinese ha proprietà anti trombosi e quindi allunga la vita.


Per cucinarlo oggi ho preso la ricetta del Gai Pad Khing qui:Art&Flipper e qui:Rice Kingdom in inglese ma da bloggers tailandesi.
Gai Pad Khing vuol dire pollo rosolato con zenzero, ho trovato la ricetta mentre cercavo di capire come cucinare questo fungo e l'ho adattata ai miei ingredienti. Prima di tutto niente pollo ma tofu, e poi con l'aggiunta di carota.

Il risultato è stato davvero eccezionale, i funghi sono piacevolissimi e il tofu mischiato agli altri ingredienti ha preso un gusto molto gradevole, beyond any expectation. Sono molto soddisfatta dell'esperienza e qui per il momento chiudo col tofu, e chiudo in bellezza.

Ingredienti per due o tre persone:
  • una manciata di funghi neri secchi 
  • 200 grammi di tofu asciugato
  • 1 tazza piccola di brodo di pollo anche fatto col dado
  • mezzo dado ai funghi [italiano] 
  • olio di semi
  • almeno 10 cm di zenzero fresco giovane 
  • 1 cipolla
  • 1 carota media [opzionale]
  • 1 spicchio di aglio molto piccolo 
  • 1 cucchiaino di oyster sauce 
  • 2 cucchiai di salsa di soia dolce o più se piace
  • 1 piccolo gambo di sedano
  • riso bollito [la vostra quantità favorita]
  1. Ho messo i funghi neri a mollo nell'acqua per mezzora, eliminata la base dura e terrosa, risciacquato per benino sotto l'acqua corrente e tagliato in pezzi. Come si vede dalla foto si è ingrandito enormemente e ha cambiato colore diventando di un bel marroncino lucido.
  2. Ho tagliato il tofu [asciugato] a julienne e l'ho fatto bollire nel brodo di pollo a cui ho aggiunto il mezzo dado ai funghi. Il brodo si è ridotto e il tofu si è insaporito. Sappiatevi regolare col salato secondo i vostri gusti, io non ho usato sale.
  3. Ho tagliato a julienne anche la carota, la cipolla e lo zenzero.
  4. Messo l'olio nel wok, ho fatto ben rosolare lo zenzero e quando ha cominciato a profumare ho aggiunto le carote e la cipolla, rimestando in continuazione a fuoco alto.
  5. A metà cottura ho aggiunto l'aglio tritato fine, il tofu, la salsa di soia e quella di ostriche, e verso la fine ho aggiunto i funghi che necessitano di cottura breve. Ho aggiunto anche un poco del brodo di pollo che era rimasto dalla cottura del tofu.
  6. Alla fine ho messo il sedano tagliato fine per una nota di verde e servito sopra al riso.
Squisito!


14 comments:

  1. E' davvero curioso questo fungo, non si finisce mai di scoprire cose nuove. Non sapevo neanche che ci fossero meduse commestibili! Bello questo piattino colorato, ad essere sincera mi stuzzica proprio. Ho comprato il tofu, prossima settimana provo il tuo sistemino e ti faccio sapere ;) Un bacione, buona domenica

    ReplyDelete
  2. Ciao cara, sai che se avessi letto il titolo del post un'ora fa non avrei saputo di cosa parlavi ma prima ho preso in mano il mio libro di cucina cinese per vedere la ricetta dei ravioli al vapore ( che avevo appena fatto ma in versione easy alla mia maniera, ero passata anche a leggere la tua che mi ha fatto decidere di mettere il fungo,avevo le orecchione in casa). Ad ogni modo dopo che ho letto qs ingrediente nella ricetta ho cercato cos'era nella parte generale del libro :-)
    Non l'avevo mai visto però.. o meglio, si in qualche piatto al ristorante cinese ma pensavo fosse un alga. Baci e buona domenica

    ReplyDelete
  3. Sono bellissimi! Hanno lo stesso aspetto di un foglio di carta buttato a lato del camino e accartocciato dal calore...bellissimi!
    Mai mangiati, oppure li ho mangiati e non lo so...ho passato talmente tanto tempo in Thailandia che la mia distrazione ha avuto il sopravvento....non saprei dirti cosa NON è passato dalla mia bocca!!!

    Un abbraccio cara....ma tu quand'è che ti riaffacci al paesello, quest'estate ero parecchio impegnata, ma adesso parecchio meno eh!!!

    ReplyDelete
  4. ma che belli che sono! mi piacerebbe molto assaggiarli, pero' mi sa proprio che dovro' accontentarmi delle foto!!
    bacione! ale

    ReplyDelete
  5. Tu giochi col fuoco, Cara: guarda che prima o poi salgo sul primo aereo e vengo da te a pranzo...^_^

    ReplyDelete
  6. hanno un aspetto inquietante questi funghi cara chamki ma sono sicura che li hai cucinati in modo che diano il massimo di sè...Buona domenica,un abbraccio

    ReplyDelete
  7. ✕❍✕❍ Fede, nuovo anche per me, e lo ricompro! Si fammi sapere grazie, buona domenica anche a te!

    ✕❍✕❍ Julia, che coincidenza direi sincronicita' e sai che anche io ho pensato che assomigliava ad un alga? stavo anche per scriverlo ma poi ho pensato che avrei confuso le idee, e quale alga poi? un incrocio tra il kombu e la dulse secondo me. Baci e buona domenica anche a te.

    ✕❍✕❍ Fabiana, che ridere, l'immagine di una bocca che ingoia di tutto, anche a me piace assaggiare di tutto eccetto cose estreme che proprio non ce n'e' che io li provi . . . hai mai visto i grilli canditi? e anche il formaggio sardo che cammina non mi attrae . ..
    Mi sono riaffacciata a luglio e penso l'anno prossimo in primavera, ma dipende da tante cose. Bella la nuova foto! Bacioni.

    ✕❍✕❍ Ale, e va bene, io mi accontento delle foto spesso e volentieri! Bacione.

    ReplyDelete
  8. ✕❍✕❍ Francy, fai presto prima che io torni in Italia. . . e dai fammi vedere che puoi farli anche tu!

    ✕❍✕❍ Chiara, non hai mangiato le alghe? Come dicevo a Julia mi sono sembrate un incrocio di funghi e alghe, e ti giuro che mi sono piaciuto un sacco. Buona domenica anche a te, bacioni

    ReplyDelete
  9. complimenti per il piatto, non ho mai assaggiato questi funghi e pertanto non posso esprimere un giudizio vero, pero' le foto non sono niente male, ciao

    ReplyDelete
  10. wow lo sai che trovo favoloso e particolarissimo questo fungo...penso che in italia sia impossibile da trovare quindi mi consolo con la tua foto:D!!bacioni imma

    ReplyDelete
  11. ✕❍✕❍ Flavio, spesso e volentieri questo e' quello che faccio io, mangio con gli occhi, Ciao.

    ✕❍✕❍ Imma, si e' davvero particolare! Bacioni.

    ReplyDelete
  12. avrei proprio voglia di preparare un piatto così insolito (per noi, eh)! proverò a fare un giretto nella china-town milanese, magari sono fortunata e trovo tutti gli ingredienti... grazie e a presto!

    ReplyDelete
  13. stranissimo sto fungo,ma lo presenti alla grande :)

    ReplyDelete
  14. ✕❍✕❍ Cristina, sono certa che lo troverai, figurati con tutti i cinesi che adesso vivono in Italia e a Milano, per loro questo fungo ha anche proprieta' medicinali quindi di certo sara' in vendita nei loro negozietti.
    Ciao!

    ✕❍✕❍ Mirtilla, deve essere un mio difetto. . . o una mia virtu'? :D

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails