Dei biscotti molto inglesi


Ieri quando ho visto questi classici biscotti inglesi, Goosnargh cakes, nel blog di Edith Pilaff  ho subito deciso che volevo farli anche perché ho pensato che sarebbero venuti bene col burro salato; e pur non avendo esattamente i semi giusti che sono i carvi/kummel che qui non esistono, ho pensato di sostituirli con altri molto simili. Non faccio altro che sostituire ma che palle! però devo ammettere che questi biscotti son venuti perfetti. Grazie Edith!
E non ho mica finito di sostituire perche non esiste altro burro qui che non sia salato, questa è la tradizione credo a causa della conservazione. La mia amica indiana mi ha fatto vedere un giorno che vendono un burro non salato per fare i dolci ma quando l'ho comprato ho scoperto che era semplicemente la panna che affiora sul latte, raccolta e pressata, e quando glielo ho detto mi ha risposto che certo anche in casa fanno il burro raccogliendo la panna che affiora dal latte quando si bolle! Poi di recente ho anche scoperto che in america usano il burro salato per fare tutti i tipi di dolce, infatti qualcuno si meravigliava che in Italia il burro non è salato ed è cosi buono! Si, quest'estate anche io non vedevo l'ora di spalmare un po' di burro vero sul pane, ma vi pare possibile? E poi ho tanto riso quando ho visto che i food blogger italiani sono tutti andati banana per il burro salato come se fosse la scoperta del secolo. Il sale serve solo a conservare altrimenti il burro con l'assenza di idonea conservazione irrancidisce, e di certo il sale non esalta il sapore del burro anzi lo appesantisce. Ma che dire? Quarant'anni fa anche io compravo il burro salato danese [che vendono anche qui!] giusto per la novità.

Bando alle ciance ed eccovi gli ingredienti che copio pari pari:
  • 170 gr. di farina
  • 110 gr. di burro [io ho usato il burro salato]
  •  63 gr.di zucchero semi grezzo + extra per "spolverare"
  •   2 gr. di semi di carvi [ho usato ajwain, Trachyspermum ammi, Carum copticum, carom seeds]
  •  un pizzichino di sale [se usate il burro normale, io non l'ho ovviamente messo]
Questi sono i frutti, erroneamente chiamati semi, di ajwain (tra uno e due millimetri).
 Profumano di origano e timo e pare che esistano solo in India .
  1. Montare il burro con lo zucchero [io aggiungo con un cucchiaio di legno robusto].
  2. Aggiungere i restanti ingredienti ed impastare brevemente fino ad ottenere una palla.
  3. Lasciar riposare la pasta in frigo per 10-15 minuti quindi stenderla non troppo sottile e tagliare i biscotti con un  coppa pasta da 6 cm, o come preferite.
  4. Mettere i biscotti in teglia con carta forno ed infornare a 175º C. Cuocere fino a quando i biscotti saranno appena dorati. Dare un abbondante spolverata di zucchero appena fuoriusciti dal forno e raffreddare su una gratella.
Con le quantità date si ottengono circa 12 biscotti tagliati con il coppa pasta da 6 cm. I miei si sono cotti in 25 minuti circa.

Vi rendete conto dalle foto di quanto è grosso lo zucchero indiano? Per questa ricetta per montarlo col burro ho dovuto macinarlo nel macinacaffè, ma alla fine mettendocelo sopra cosi com'è non è stata una bella trovata, forse dovevo pestarlo nel mortaio. Insomma qui fare i dolci di tipo occidentale, anche i più semplici, come vedete non è facilissimo. Mentre invece per fare i dolci indiani . . .

Vi consiglio di andare a vedere il post di Edith, Biscotti di Goosnargh, per ulteriori notizie interessanti.

38 comments:

  1. che originali questi biscotti,bellissima ricetta, adesso passo da Edith....Un bacione

    ReplyDelete
  2. Ciao Chamki! Il burro salato io lo uso per fare la pasta frolla... avevo sentito, non ricordo dove, che è meglio usare quello piuttosto che aggiungere il famoso "pizzico di sale", e in effetti viene bene! Questi biscotti hanno l'aria di essere buonissimi... Ma è solo una mia impressione o i dolci, al di fuori dell'italia, sono molto più.. dolci?! Buona giornata :)

    ReplyDelete
  3. Ciao Cham, ti sono usciti deliziosi!!! anche io li ho visti da Edith e mi hanno subito incuriosita!!! chissà che in questi giorni non li provi anche io (la cosa difficile da reperire sono gli ingredienti!!)...buona Domenica, un bacio ;-p

    ReplyDelete
  4. Davvero cos' grosso lo zucchero in India? Accipicchia! Giuro che se non avessi saputo che erano biscotti avrei pensato fossero granelli di sale! Però i biscottini sno deliziosi, perfetti direi. Un abbraccio, buona domencia

    P.S. il burro puoi farlo in casa partendo dalla panna da montare e frullandola fino a che si separa il siero dalla parte grassa.

    ReplyDelete
  5. Sono dei bellissimi biscotti!!! Complimenti Chamki!
    Buona giornata e buona domenica! :)

    ReplyDelete
  6. Burro salato? Burro non salato? Io ho la mia marca preferita di burro compro quello e non mi pongo il problema, a parte il fatto che cerco di usarne sempre poco poco. Anche sui biscotti non sono molto esperta ma i tuoi zucchero grosso o meno sembrano davvero invitanti e... sai cosa mi ha fatto ridere? La tua espressione colorita sul fatto che devi adattare le ricette. Ma guarda che anche noi "occidentali" con le vostre abbiamo spesso lo stesso problema ehehe. Bacioni e buona domenica Chamki.

    ReplyDelete
  7. Ma che bello il tuo blog e che belle tue "chiacchiere" e le tue ricette.

    ReplyDelete
  8. Ciao,sono bellissimi!
    Lo zucchero sara' anche scomodo da usare,ma quei piccoli cristalli sui biscotti sono una meraviglia...
    Buona domenica.

    ReplyDelete
  9. Chamki io trovo bellissimo quello zucchero sui tuoi biscotti,certo non sarà l'deale per prepararli,ma come decorazione è fantastico!!Per il burro salato,devo dire la verità,in alcuni dolci lo trovo veramente adatto..soprattutto quello danese!!!Certo il nostro non ha nulla da invidiare a nessuno,ma alcune volte anche quello delle migliori marche, riesce a deludere!!Chamki non avrai a disposizione tutti gli ingredienti necessari,ma non fallisci mai..questi biscotti sembrano deliziosi!!!Un abbraccio forte!!

    ReplyDelete
  10. Mi piaccioni molto questi biscotti che hanno un'aria tanto "inglese" e composta!! I tuoi post sono sempre piacevoli da leggere e la tua cucina una continua sorpresa! Brava. Buona settimana. Deborah

    ReplyDelete
  11. Grazie ragazze per i vostri commenti, avevo risposto singolarmente ma la pagina mi e' saltata via! accipicchia, il mio trackpad e' super sensibile!
    Si i dolci indiani sono super dolci e a me non piacciono, con poche eccezioni.
    Il burro lo farei in casa se avessi la panna fresca e non contaminata.
    Un bacio a tutte!

    ReplyDelete
  12. che bei biscotti , da abbinare al the delle 5 o con un vino spumante? meglio la seconda , almeno per me. ciao e buona domenica

    ReplyDelete
  13. Non ho ancora provato a fare i biscotti "english style" che a te sono venuti benissimo. In effetti la ricetta è facile e quindi devo farli!
    Anche io avevo scambiato lo "zuccherone" indiano per granelli di sale ihihihihih!
    E a proposito di granelli di sale, sai che in Bretagna fanno un burro "esageratamente salato" di cui tra l'altro vanno fierissimi, con granelli di sale grosso! Il burro salato mi piace molto, ma quello non riesco proprio a mangiarlo! :DDDD
    Buon inizio di settimana.

    ReplyDelete
  14. Ci credo che li hai fatti subito, hanno un'aria buonissima, nonostante le numerose difficoltà.
    Volevo dirti che ho preparato il tuo curry, ho tinto il mortaio di giallo ;-), ma ne è valsa la pena, perché il bimbo indiano che è venuto a pranzo da me oggi, ha detto che era proprio come il riso che mangiava in India. Era molto felice, ha fatto un sorriso che non ti posso dire, mi ha veramente commosso. Un abbraccio

    ReplyDelete
  15. Mi piacciono tantissimo, mi sa che li faccio!!bacioni mia cara!

    ReplyDelete
  16. chamki, mi fatto morire dal ridere in Italia il burro salato è chic, un prodotto ricercato he he he he, ti dicono in sottovoce ho fatto la torta ma con il burro salato sai mica quello dolce, a parte questo i biscotti non sono niente male, ciao

    ReplyDelete
  17. ~*~ eli, in Bretagna avranno quel sale come specialita' magari da usare per qualche piatto particolare, ma poi si trovera' di certo quello normale, cosa che non succede qui. Buona settimana anche a te.

    ~*~ Sabri, la curcuma e' anche un colorante!. Abbraccio anche a te.

    ~*~ Giulia, bacioni

    ~*~ Carmine, ridere fa benissimo alla salute! Ciao

    ReplyDelete
  18. Anch'io spesso devo sostituire gli ingredienti. A volte è una noia, altre diventano scoperte geniali! Il burro salato qui c'è ma non l'ho mai usato! Sono fuori moda....Comunque questi biscotti mi piacciono molto! Un abbraccio

    ReplyDelete
  19. di certo la tua mente non si impigrisce cercando le alternative, così ti mantieni giovane ^_______^ ciauzzzzzzzz

    ReplyDelete
  20. Grazie care, a sostituire non sono sola, e la mente non si impigrisce, vero, ciao un abbraccio a entrambe .

    ReplyDelete
  21. ehehe, dal tuo commento al mio post mi sembrava di conoscerti...ora ho capito chi sei e sono felicissima che tu sia passata dal mio blog! quanto ai biscottini: belliiiiiiiiiiiiiiiiii

    ReplyDelete
  22. ciao chamki, davvero invitanti questi biscotti! io il burro salato (quello danese che citi tu...) lo uso s-e-m-p-r-e per fare tutti i miei dolci: per me è buonissimo, insostituibile!
    un abbraccio, c.

    ReplyDelete
  23. M'hai fatto morì con la storia del latte nel tuo commento. E sai perchè? Quand'era ragazzino l'omo l'ha fatto sul serio! La madre gli aveva chiesto di guardare il latte sul gas, è tornata in cucina e il latte era strabordato tutto. Lui ha candidamente risposto: ma io l'ho guardato, giuro!
    Sono irrecuperabili!
    Un bacione, buona giornata

    P.S. scusa se son passata a raccontartelo, ma mi avevi fatto troppo ridere ^__^

    ReplyDelete
  24. mi stavo perdendo questi biscotti! Dall'aspeto sono invitanti.. leggendo del burro salato mi sono venuti in mente quelli scozzesi nelle scatole di cartone rosse.. deliziosi, ipercalorici e con una nota salata. un bacio, ciao

    ReplyDelete
  25. Ciaoooooooooooo!!!!!!! Ma cosa vedo?!?! Questi biscotti sono perfetti, che belli!!! Chissà che buoni.... un bacione, Kiarina

    ReplyDelete
  26. Ah...ma allora anche da te ogni tanto si trova qualcosa di dolce!
    Dei biscotti meravigliosi. Non conosco i semini che hai usato...peccato perchè sarei curiosa di provare cose nuove, ma qui non si trova moltissimo.....
    Comunque sono bellissimi...e il burro salato..beh, ho cominciato ad usarlo da poco e mi piace...sarà la novità?
    Un abbraccio carissima e a presto

    ReplyDelete
  27. Grazie a tutte ragazze, sono di una pigrizia tale che oggi vi rispondo in gruppo, si ogni tanto si trova un dolce anche qui, molto di rado, anche perche' di solito finisce in meno di 24 ore, cio' vuol dire extra calorie, e non posso permettermi di rimettere su il peso che ho perso settimana scorsa. Bacioni.

    ReplyDelete
  28. Buonissimi questi biscotti, anche se non so che sapore possa avere questa spezia....a cosa assomiglia??? baci Simona

    ReplyDelete
  29. Simona, assomiglia a timo+origano, molto forte ma nei biscotti il profumo e' rimasto come intrappolato ed e' diventato leggero.. . baci

    ReplyDelete
  30. so british but so good, eh si il carvi ci stà di un bene, credo che lo zucchero indiamo sia quello non raffinato come dei piccoli ciotoli non solo bianchi ma anche colorati, adoperarlo in cucina non semplice come si pensa

    ReplyDelete
  31. Gunther, ci sono tanti tipi diversi di zucchero in India, di canna o palma, forse un giorno ci faro' un post, ma questo e' quello a cristalli piu' piccoli, come si vede anche molto irregolari. Ciao.

    ReplyDelete
  32. Dall'aspetto sono di una finezza indescrivibile....in quanto alla bontà non ho nessun dubbio!!!!! Ne Mangerei volentieri uno, peccato tu sia così lontana.......

    ReplyDelete
  33. Burro salato o no, questi biscotti devono essere una delizia!! Ed io che vado sempre alla ricerca di nuove ricette per i biscotti, sai cosa ti dico mi copio subito tutto e nel we li faccio!! Bacioni!!

    ReplyDelete
  34. Chamki sono passata a dirti che trovarti nel mio blog,per me è sempre una gioia.i tuoi commenti mai banali,mi fanno sempre riflettere e anche stavolta mi hai sorpreso..Bellissima la frase"gli anziani saggi non sono mai permalosi""é vero,l'età ti insegna che non serve a niente prendersela per ogni sciocchezza!!!Sono scappata per l'imbarazzo,ormai quello non si fermava più e c'era parecchia gente!!Tu come aresti reagito??Sei forte cara e i tuoi consigli sono preziosi!!UN bacio..qua sono le 7 30 da te non so.ma ti auguro una bellisima giornata!!

    ReplyDelete
  35. ~*~ Memmea, sono lontana e sono gia' finiti il giorno dopo!

    ~*~ Giusy, bene, sono certa che ti piaceranno! Bacioni anche a te.

    ReplyDelete
  36. Damiana, tesoro, ma come e' che il tuo commento e' finito prima del mio e non me ne sono nemmeno accorta? Ho guardato adesso le mail e l'ho visto! Cara Damiana, ma imbarazzo per che cosa? Tu non hai fatto assolutamente niente di male, eri la che ti bevevi la tua tazzuliella e questo rattuso ti fa scappare imbarazzata? Io come avrei reagito? Veramente non te lo posso dire cosi a freddo perche' non lo so! Dipende dal momento, ma di certo non gli avrei dato la soddisfazione di fulminarlo con gli occhi! Perche' anche solo guardarlo vuol dire che gli hai dato energia, lo hai fatto sentire bene, gli hai dato una bella soddisfazione, a femmina che lo sfida! Come minimo io non avrei fatto niente, nemmeno guardarlo, e come massimo avrei detto qualcosa come tua madre, ma non so cosa . . .. ah ah ah non sapevo dove risponderti, sono andata nel tuo blog a vedere se avevi risposto anche li e non c'e' niente e quindi ti rispondo qui! Un bacione, ma va che capisco come ti sei sentita! quando ero giovane anche io mi sarei imbarazzata con mia madre al seguito che dice la sua..... un bacione!

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails