Tapenade piccante con erbe fresche



Avevo due mezzi vasetti di olive greche e spagnole e uno di jalapeño che non riuscivo a finire, più un bel po' di erbe fresche eccezionalmente trovate al supermercato, che fare? la tapenade mi è sembrata la soluzione perfetta e infatti se vi piace il fresco piccante questa salsina fa per voi.
Il jalapeño, un peperoncino piccante verde che trovo qui importato dalla Spagna in forma di sottaceto leggero, si può sostituire con peperone verde sbollentato per qualche minuto in aceto, ma allora non sarà molto piccante e potete aumentare la dose dell'altro peperoncino piccante verde.

Non mettete sale, infatti io ho addirittura messo le olive a bollire dolcemente in abbondante acqua per qualche minuto per eliminare parte del sale, e le ho poi sciacquate per bene.

Ingredienti:
  • olive verdi snocciolate - 200 grammi circa
  • jalapeño - 100 grammi circa 
  • pasta di acciughe - 10 cm circa
  • buccia di arancia candita - un pezzetto 
  • peperoncini piccanti verdi senza semi - 3 [dipende da quanto piccante vi piace]
  • lime - succo di un lime
  • aglio - uno spicchio o anche più
  • capperi - un cucchiaino o anche più
  • pepe macinato fresco a vostro gusto [potete aggiungerlo anche dopo]
  • erbe fresche [salvia, basilico di 4 tipi diversi, prezzemolo, timo, tarragon, menta, coriandolo]
  • olio extra vergine di oliva
  • sale niente perché le olive son già salate
  1. Per facilitare l'aspetto granuloso tritate l'arancia candita insieme all'aglio e alle erbe prima di metterle insieme al resto nel food processor, così si pulsa di meno, e con uno spruzzo di lime per evitare che si anneriscano.
  2. Mettete tutto nel food processor [robot] e usate solo il bottone del pulse altrimenti la salsa diventa troppo omogeneizzata.  Aggiungete l'olio poco a poco.
Per le erbe fresche usate ovviamente solo cio che vi piace, ma io ho scelto di mettere il timo in maggior quantità rispetto al resto, e per favore non pensate di metterci il curry visto che a qualcuno è venuta questa idea bislacca.

Come primo assaggio l'ho provata con il labneh [clicca il link] e col chapati e sono molto soddisfatta del risultato.



Qualche giorno dopo ho usato questa tapenade per fare dei crostini col cheddar e anche questi sono venuti appetitosi e goduriosi.


20 comments:

  1. fa per me sicuramente, adoro il piccante e poi chi sa che profumata che è con tutte quelle erbette...
    buona giornata.

    ReplyDelete
  2. che gusto strepitoso, anche se non adoro il piaccante ma amo le olive, brava cioa ciao

    ReplyDelete
  3. queste le faccio al più presto, grazie e baci

    ReplyDelete
  4. fantasticamente adorabile questa tapenade.mi piace moltissimo la tua versioe e poi messo anche in una baguette lo vedrei bene!complimenti!

    ReplyDelete
  5. Bella l'idea di fare una tapenade piccante e zeppa di erbe fresche.
    Sicuramente la preferisco all'originale.
    Un bacione

    ReplyDelete
  6. ~*~ Betty, noi si che ci intendiamo! Ciao.

    ~*~ Antonella, grazie, sai che io ho fatto anni a non mangiare piccante e adesso mi vendico del tempo perduto, ma tu puoi eliminare il piccante e lasciare il resto, Ciao.

    ~*~ Giulia, un bacione.

    ~*~ Lucy, magari avessi una baguette anche io! Grazie e ciao.

    ~*~ Edith, grazie, le erbe fresche qui sono rare e quindi ho voluto mantenerle in vita per qualche giorno in frigo a profumare il trito di olive. Un bacione.

    ReplyDelete
  7. Anche per me vanno benissimo.....
    L'unico problema è smettere di mangiarle...prima che siano finite!
    Ma forse se esagero un pò col piccante magari ce la posso fare....
    Buonissima la tapenade.
    Da fare subito....
    Un abbraccio

    ReplyDelete
  8. devo proprio decidermi ad assaggiarla la tapenade, ne parlate tutti benissimo!!
    p.s. bel blog! passerò a trovarti spesso!
    ciao ciao, ale

    ReplyDelete
  9. più piccante è...meglio è....tentatrice!!!L'ho mangiata in Provenza con le olive nere,la versione con le olive verdi mi manca, devo rimediare!un bacione...

    ReplyDelete
  10. LA tepenade non l'ho mai assaggiata, ma siccome adoro il piccante...mi toccherà farlo.....complimenti per la ricettina.....mille baci, Anna

    ReplyDelete
  11. ciao!!
    che meraviglia averti scoperta!!
    il tuo blog mi ha conquistata subito!!! affascinante, pieno di meravigliose ricette!!!
    i prossimi giorni lo guarderò con calma per gustarmi tutte le bellissime ricette!!
    a presto e complimentissimiiiiii!!!!!!!!

    ReplyDelete
  12. ciao chamki e grazie per avere visitato il mio blog, devo dire che il tuo e' semplicemente incredibile. devo solo chiederti una cosa , usi dei prodotti che non ho mai sentito , come il (o lo ) jalapeno , ti spiacerebbe spiegare cos'e'. grazie e complimenti.

    ReplyDelete
  13. Che salsina particolare e semplice nello stesso tempo! intrigante..!cos'è il labneh? buona giornata :)

    ReplyDelete
  14. ~*~ Viola, un abbraccio anche a te.

    ~*~ Ale, benvenuta, grazie e a presto.

    ~*~ Chiara, si anche a me di solito piace quella nera ma non avevo le olive giuste e ho provato qualcosa di nuovo, un bacione

    ~*~ Anna, un bacione anche a te!

    ~*~ Chiara, benvenuta, grazie per i complimenti, fai con calma, a presto.

    ~*~ Flavio, benvenuto anche a te e grazie. Certamente uso dei prodotti che non hai mai sentito perche' vivo in India, comunque il jalapeno e' un peperoncino verde piccante, di origine messicana, che compro in vasetti di vetro sottaceto importati dalla Spagna.
    Non e' affatto essenziale per la ricetta, infatti l'ho messo solo perche' volevo finire il vasetto, ma si puo' sostituire con peperone verde bollito per qualche minuto in aceto oppure ometterlo. Ciao!

    ~*~ Sara, il labneh e' uno yogurt scolato che ha quindi perso il liquido e assomiglia al quark e al philadelphia. Io lo faccio spessissimo e lo uso per tante ricette salate e dolci, si fa anche il cheese cake, e se vuoi saperne di piu' vai in fondo a questa pagina e clicca l'etichetta labneh. Stai facendo i chapati con tutta quella farina che hai comprato? Ciao

    ReplyDelete
  15. Una salsina strepitosa! Profumata, piccante, sfiziosa... Bravissima: hai avuto un'idea geniale!

    ReplyDelete
  16. Mi avevi già convinto con la tapenade, ma quando ho visto la foto con il labneh e quel bel chapati mi hai fatto andare la salivazione a mille. Quest'estate non ho preparato il labneh neppure una volta, devo rimediare e seguirò il tuo consiglio.
    Buona notte, Sabri

    ReplyDelete
  17. ~*~ Lucia grazie, io vado in cerca di idee e propongo solo idee, talvolta sembrano geniali ma in verita' sono sempre semplici. Ciao.

    ~*~ Sabri, il labneh non manca mai nel mio frigo, e' sempre pronto per uno spuntino. Bacione.

    ReplyDelete
  18. Sembra interessante... Una volta tornata definitivamente dalle ferie, volevo mettermi a fare lo yogurt... a questo punto proverò a fare anche il labneh (e,perchè no, anche il paneer.. che buono con gli spinaci...)! Ho provato a fare il chapati con la farina che ho comprato e, devo dire, in effetti si sente proprio la differenza! Chissà come viene il pane normale fatto con quella farina.. mmm troppe cose che voglio fare, ma prima o poi ce la farò :) è così rilassante cucinare..!

    ReplyDelete
  19. Sara, il pane fatto con la farina del chapati viene benissimo se lo fai a lunga lievitazione o con la pasta madre. Io lo impasto con molta acqua e dopo qualche ora lo metto in frigo fino all'indomani cosi lievita per molte ore al fresco. E l'indomani dopo averlo lasciato fuori dal frigo per qualche ora, raggiunta la temperatura della stanza lo reimpasto ripiegandolo e aggiungendo farina e lo faccio rilievitare per altre ore, anche sei o piu', e alla fine taglio i panini senza spezzare troppo la lievitazione, e li faccio lievitare ancora per un paio d'ore prima di infornarli. Cosi ci faccio anche le friselle. Ciao!

    ReplyDelete
  20. Hello, I love this blog, it`s beautiful, I love cook. I hva a blog of cook. if yoy will want to visit my blog, Welcome. Bye.

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails