Dulce de leche a bagnomaria!

f

Devo premettere che non sono un'amante del dolce, ma certe dolcezze mi acchiappano lo stomaco e la lingua e non so dire di no,  per esempio i cannoli siciliani e le sfogliatelle napoletane primeggiano in cima alla lista ma anche i classici da pasticceria come cannoncini e bignè, oppure un bel gelato alla panna o alla crema per farci l'affogato al caffè. Tutto il resto non mi interessa, cioè le torte proprio non mi acchiappano, e il dolce entra nella mia vita solo quando ne ho una carenza tale che mi sembra di svenire, e no, non ho il diabete, semplicemente il dolce per me non è abbastanza attraente in nessun senso e le quantità di zucchero che compro sono irrisorie.
Quando ero bambina però mi piacevano le caramelle mou, e la prima volta che ho visto il dulce de leche, intorno a due anni fa, ho subito pensato alle mou, e non sbagliavo. Ci ho messo due anni prima di farlo, per varie ragioni, e la prima è che mettere la lattina nella pentola a pressione sia pure coperta completamente dall'acqua, mi spaventava, anzi mi spaventa ancora. Sarà perché non mi fido delle lattine made in India? Si, forse le ritengo pericolose e pronte a scoppiare, perché non "possono" essere fatte cosi bene da tenere la pressione, non c'è niente di fatto davvero bene qui, o perlomeno non l'ho mai trovato.

Tralasciando l'allucinante rimestare per due ore il latte con lo zucchero [due parti di latte e una di zucchero] mi sono messa a cercare su internet e ho trovato che si può fare anche facendo due buchini con chiodo e martello sulla lattina, mettendola dentro una pentola con acqua in ebollizione, ma no, non mi piaceva l'idea che il latte uscisse dai buchini e finisse nell'acqua e poi il fondo della lattina si incrosta o quantomeno forma uno strato molto denso, no no, dovevo trovare la cosa semplice e perfetta, perché la perfezione è sempre semplice

Ho pensato quindi di guardare qualche video argentino e finalmente si e' accesa la lampadina! Non ho capito niente di quello che dicevano ma l'immagine è sempre miracolosa e spiega meglio delle parole.

A bagnomaria! ecco la soluzione antica e perfetta. Non finisce qui perché ho anche scoperto che occorre aggiungere un pizzico di sale e del bicarbonato di soda. In un video si vedeva questa donna che infilava la mano nella scatola del bicarbonato e per ben tre volte lo aggiungeva al latte sul fuoco, non facendo però vedere niente della quantità anzi sembrava che lo nascondesse, ammazzate oh! ma cercando cercando ho capito che mezzo cucchiaino poteva andar bene

Ingredienti:
  • una lattina di latte condensato
  • un pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • un cucchiaio di essenza di vaniglia [vedi QUI nel mio post sui tartufi come si fa in casa]
    1. Mettere una pentola piena d'acqua sul fuoco a bollire, appoggiandoci sopra una ciotola in vetro resistente o acciaio che tocchi l'acqua e che sia abbastanza grande, almeno cinque volte il volume del latte condensato! Perché altrimenti vi trovate la sgradita sorpresa delle cascate del niagara appiccicose sulla vostra cucina.
    2. Versare il latte condensato nella ciotola aggiungendo la vaniglia, il sale e il bicarbonato.
    3. Lasciar cuocere per novanta minuti circa [ io ho messo la pentola sul fuoco all'una e trenta e finito alle tre e quaranta. .  . troppo!!!] e rimestare di tanto in tanto, solo verso la fine state li a guardare e sentire con il mestolo quando sarà pronta.
    Non so se il bicarbonato fa gonfiare così tanto il latte che ne aumenta il volume almeno di quattro volte oppure se anche senza bicarbonato succede la stessa cosa, ma questo gonfiore aiuta moltissimo il rimestare perché rende il latte leggero.
    Non so nemmeno esattamente dirvi quando è pronto ma è un po' come per la marmellata, mettetene un poco in un piattino e vedete come cola, non deve essere troppo denso altrimenti dopo si indurisce come un caramello e va messo di nuovo a bagnomaria [col vasetto stesso] per farlo liquefare ancora.
    Cosa che io sarò costretta a fare visto che è diventato come un mattone! all'anima della perfezione, ho ottenuto una caramellona mou.

    La ciotola di vetro ve la consiglio per la pulizia finale semplicissima, basta riempirla d'acqua!


    13 comments:

    1. adoro le caramelle mou, sono le uniche di cui vado pazza e se apro u pacchetto di quelle della elah che mangiavo da piccola son capace di finirla!
      io devo essere l'unica al mondo a non aver ancora trovato il latte condensato al supermercato, non so nemmeno che faccia hanno queste bemedette lattine! cmq io ho sempre reagito come te, troppa paura a mettere una lattina nella pentola a pressione!! questa del bagno maria mi sembra la soluzione perfetta, brava! e adesso godiiti la tua SUPER caramellona, baci! ale

      ReplyDelete
    2. Cara Chamki,
      anche per me i dolci sono solo occasionali, secondo il frutto della stagione...o frutta fresca, anche verdure come zucchina e carota, o frutta secca d'inverno...altrimenti un buon gelato o una macedonia!
      Questo mi suona molto complicato!
      Io poi reperisco il latte condensato in tubetto, che mi serve non so neppure per che cosa, non si sa mai...lo tengo in frigo, poi mi scompare...il G. mi elimina, tassativamente, le cose che mi stazionano troppo a lungo lì dentro!!!
      Buon sabato..Un abbraccio!!!

      ReplyDelete
    3. mi sembra che ti sia venuto davvero bene!! brava come sempre ;)

      ReplyDelete
    4. Ho sempre adorato le mou....e sto ancora cercando la giusta motivazione per fare il dulce de leche.....forse nell'autunno...
      Brava!!

      ReplyDelete
    5. io sapevo della lattina direttamente in acqua ma quest'altro metodo mi sembra altrettanto valido anzi di piu!!!sai da quando ho scoperto il latte condensato vedo la sua grande potenzialità in mille dolci quindi anhce il dulce de leche nn poteva nn conquistarmi!!!bacioni imma

      ReplyDelete
    6. Eccolo finalmente ^__^ Potrei vivere benissimo senza dolci ma non potrei vivere senza! Paradosso? Forse! Non sono golosa, ne faccio tranquillamente a meno ma non resisto a pasticciarli, quello proprio no! Per fortuna ho un fidanzato che spazzola via tutto, tra un po' anche i piatti!
      Direi che qusto dulce de leche è PERFETTO. Con il latte condensato non ho provato, il mio primo e unico esperimento è stato con latte e panna cottura in micro. Me ne ricorderò per la prossima volta ;) Un bacio, buon fine settimana

      ReplyDelete
    7. Wow, non ho mai provato!!! Ma che soddisfazione prepararlo da sola... complimenti hai sempre delle idee super! Un bacio.

      ReplyDelete
    8. Che bella idea!!! Anche io non ho mai provato a farlo perchè avevo paura della pentola a pressione. Questa soluzione è fantastica!!!!!!

      ReplyDelete
    9. certo che...sarà lavorato ma è una goduria....sono molto tentata a farlo ma so per certo che ne ingurgiterò una quantità spropositata e questo mi fa un poco di paura....

      ReplyDelete
    10. Grazie a tutte per essere venute a dire la vostra che mi interessa sempre leggere, e vi confermo che il mio dulce de leche e' diventato durissimo perche' evidentemente l'ho cotto troppo, allora ho modificato i tempi da 2 ore a 90 minuti.Stamattina pero' ho messo il vasetto in un pentolino con l'acqua e dopo qualche minuto di bollore e' tornato fluido. Buono ma trooooopppppppooooo dolce per i miei gusti ah ah ah
      un bacione a tutte voi

      ReplyDelete
    11. Il troppo dolce credo sia dovuto al latte condensato. E' il motivo per cui ho sempre tentennato a provarlo, conoscendo i miei gusti. Se usi il latte fresco puoi ridurre (non moltissimo ma un po' sì) la dose di zucchero ;) Allora sì che crea dipendenza!!! Bacio bacio

      ReplyDelete
    12. Si Fede hai ragione, ma usare il latte fresco vuol dire anche stare davanti al fuoco per ore, e allora faccio un dolce indiano buonissimo, secondo me piu' di questo, e che non ha bisogno di tanto zucchero . . . chissa' che tra un po' mi decido a farlo, e quello si che crea dipendenza hmmm bacioni, e buona domenica

      ReplyDelete
    13. allora adesso aspettiamo il nuovo dolce!

      ReplyDelete

    linkwithin

    Related Posts with Thumbnails