Basmati con broccoli, cheddar e pancetta italiana


Devo assolutamente citare che la pancetta è italiana e l'ho mangiata con gusto, riscattando quel famigerato giorno in cui credevo di aver fatto lo stesso tipo di ricetta ma che invece mi ha regalato la solita legnata  l'ennesima lezione del vivere in India.
Questa ricetta si basa sull'accostamento dei sapori basmati-pancetta-cheddar che secondo me sono armoniosi e si possono anche integrare con altri ingredienti insoliti di cui vi dirò in seguito.
Di solito compro il bacon importato che si trova facilmente ma è davvero difficile trovarlo di qualità o perlomeno con un buon sapore, mi pare sempre troppo affumicato, questa pancetta italiana invece è solo leggermente affumicata al confronto e dal sapore incomparabile.

Sapete che per scrivere "al confronto" sono dovuta andare a vedere come tradurre dall'inglese "in comparison"? non mi veniva proprio, e vi dico questo per farvi capire che se il mio linguaggio non vi sembra adeguatamente italiano è perche in vent'anni ho perso per strada parecchie paroline ed espressioni, anzi una delle ragioni di questo blog era proprio quella di esercitarmi a parlare italiano. Non l'avreste detto eh? I miei blog precedenti [non di cucina] erano tutti in inglese.

La pancetta non l'ho portata in valigia dall'Italia come fanno di solito gli italiani residenti qui, qualcuno si porta anche un intero prosciutto, anche perchè ho viaggiato senza valigia, e sono una che crede nel vivere con ciò che l'ambiente offre, ovviamente scegliendo il meglio possibile dei prodotti locali e ben vengano anche i prodotti importati. Come potrei vivere senza l'olio evo?

Ingredienti, le quantità proprio non contano:
  • basmati bollito - vedi come cucinarlo
  • pancetta italiana ma anche un buon bacon
  • cheddar [suggerisco il gruyere come sostitutivo - so che il cheddar non si trova facilmente in Italia]
  • olio extra vergine di oliva
  • broccoli
  • mandorle a filetti rosolate oppure tostate e tritate
  • sale e pepe
  1. Bollire i broccoli in pezzi non troppo grandi, lasciandoli di un bel verde brillante, circa sette minuti, a me non piacciono scuri e scotti, di solito li faccio al vapore.
  2. Tagliare la pancetta come vi pare, suggerisco pezzetti piccoli, e farla rosolare a fuoco dolce nell'olio fino a che diventa croccante. Metterla da parte e lasciare l'olio nella padella.
  3. Tagliare il cheddar a cubetti piccoli circa un cm.
  4. Se l'olio con il grasso della pancetta non vi sembra abbastanza aggiungetene ancora un poco e metteteci sopra uno strato di basmati bollito, e soprattutto asciutto! Inserite a scacchiera i cubetti di cheddar e coprite con l'altro riso.
  5. Fate cuocere il riso così per un paio di minuti col coperchio in modo che il cheddar si sciolga. Poi cominciate a mescolare con leggerezza e vedrete che si sono formate come delle palline di riso, cioè il riso è rimasto attaccato ai cubetti di cheddar, non cercate di amalgamare, lasciatelo cosi.
  6. Mettete nel piatto, versateci la pancetta sopra, spolverate le mandorle in polvere o in filetti, il pepe, e arrangiate i broccoli di fianco.
Vi assicuro che è un bel connubio di sapori.


17 comments:

  1. donna tentatrice! me ne sto qui a far colazione con spremuta d'arancia e una misera fetta biscottata(con la mia marmellata però) e tu mi pubblichi simili prelibatezze???mannaggia, la devo fare anche io senza cheddar(che non amo) ma con altro formaggio alternativo come hai scritto tu...buona domenica, un bacione !

    ReplyDelete
  2. Fantastico piatto!
    ma davvero? senza valigia? davvero?
    cioe' sul serio mi stai dicendo che non sfrutti per nulla quei miseri 20kg per parmigiano, formaggi, prosciutti, nulla?? neanche atrezzi da cucina o cose che li' non si trovano?
    Sono rimasta di sasso...
    Io nella valigia ci metto di tutto (tranne vestiti e prodotti di bellezza), non so ad esempio, 3 o 4 kg di parmigiano che vengono poi attentamente razionati, una forma di pecorino, prosciutti cotti e crudi, capperi, pistacchi, semi, e poi cosette che possono tornare utili tipo che so, la macchina del gelato, una piccola affettatrice, il tritacarnee l'aggeggio per fare gli hamburger... cose da matti? lo so, lo so... hai ragione ma qualche piccola soddisfazione bisogna pur prendersela!

    ReplyDelete
  3. son scioccata anch'io! senza valigia?? io ogni volta che parto per gli states da girare in camper (e quindi non un paese del terzo mondo africano!) mi porto dietro di tutto perchè.. la barilla non è la stessa barilla, l'olio non ha lo stesso sapore, il caffè io solo il guglielmo e bla bla bla, praticamente se mi aprissero la valigia in aeroporto farei la figura dell'immigrante in tempo di guerra e sto via solo 3 settimane!!!
    ma toglimi una curiositò: che ci fai da 20 anni in india?
    cmq la tua ricettina mi sembra molto buona, amo tutti gli ingredienti singolarmente (compreso il cheddar anche se a me piace di piu' quello arancione dell'oregon), di conseguenza uniti nllo stesso piatto saranno buonissimi!
    baci e buon week-end!

    p.s. ma hai visto che lasagnetta ti ho pubblicato?? :)

    ReplyDelete
  4. Viaggiare senza valigia...sei un mito!!! Io non riesco ad andare senza neanche a casa dei miei; vabbè il motivo è mamma che altrimenti predica perchè non sa dove mettere le provviste da farmi riportare indietro. Crede sempre che viva nel Biafra e che altrimenti non riesca a sopravvivere =))!
    Favoloso il mix di sapori del tuo risotto, già il Basmati da solo fa la dfferenza. Prendo nota per la prossima stagione dei broccoli, per adesso continuo ad approfittare della verdura estiva di stagione che (ahimè) tra un po' mi toccherà salutare!
    Un bacio cara, buona domenica

    ReplyDelete
  5. Guarda guarda...anch'io oggi cucino riso basmati...ma in un'altra versione ;-) ...buon appetito a te e buona domenica!

    ReplyDelete
  6. ~*~ Chiara, ma come con tutte le delizie che fai? una misera fetta biscottata? buona domenica anche a te e un bacione

    ~*~ Erica, si quest'anno per la prima volta sono andata senza valigia ed e' stato esilarante uscire subito dall'aeroporto senza aspettare la valigia che l'ultima volta non e' arrivata ed era imbarcata nel volo successivo, vabbe' ho aspettato un'ora ma che rottura. Ho portato alcune cosine piccole, per esempio la guarnizione della macchinetta del caffè' ah ah ah…E son finiti i tempi in cui viaggiavo con trenta chili e pagavo un sacco di soldi per l'extra peso perché' anni fa mi son portata anche la macchina della pasta, che poi faccio pochissimo.
    Il problema e' che le cose buone finiscono presto e poi che si fa? forse qui la situazione e' migliore che da te, il parmigiano lo trovo quasi regolarmente e quando lo trovo ne compro almeno un chilo, il prosciutto crudo c'e' ma non mi fido a comprarlo perché' chissà' quanto tempo l'hanno tenuto senza neanche la temperatura giusta, quindi quando vedo il prosciutto cotto, tedesco o belga, italiano mai visto, che e' ancora intonso glielo faccio aprire, gli faccio mettere i guanti, e ne compro due chili, capperi italiani li trovo, pistacchi e semi pure, pasta di tutte le qualità' dalla de cecco alla garofano o barilla e anche la pasta all'uovo, pelati cirio, volendo c'e anche il riso ma costa troppo . .. beh credo che faro' delle foto dei prodotti che trovo qui e ci faccio un post. . . . l'affettatrice? gosh, no quella non la porterei mai, ma sulla macchina del gelato ci avevo fatto due pensierini hi hi hi

    ~*~ Ale, e' bellissimo viaggiare leggeri, come dicevo prima e' esilarante, ti sembra di volare quando scendi dall'aereo e vai verso l'uscita!
    Per la tua curiosità', che non e' solo tua, ma credi che si possa dire in due parole? neanche mille basterebbero…..
    il cheddar arancione lo vendono anche qui importato ovviamente ma non dall'Oregon . .. ho visto la lasagnetta ma ero sdraiata e non potevo scrivere in modo confortevole ah ah ah, e tu hai visto che ho messo le tua altre lasagnette qui di fianco tra i miei preferiti? mi sa che la cambio con queste nuove. . . ai porri mi pare ne?

    ~*~ Fede, e' stupendo credimi, pero' devi essere capace di vivere in leggerezza senza attaccamenti a questo e quello. . . ah le mamme! ti vogliono sempre rimpinzare .. . bacio

    ~*~ Anna, verro' a vedere come lo cucini, bacione

    BUONA DOMENICA A TUTTI!

    ReplyDelete
  7. Questo riso mi fa proprio gola, non ho mai assaggiato il Cheddar,che peraltro non ho mai visto in Italia ma lo sostituirò come suggerisci tu.
    Il problema dei prodotti che assomigliano, ma non sono, c'è per tutti i paesi. Io ad esempio mi arrabbio sempre a causa delle prugne Regina Claudia (le migliori sono francesi) le coltivano anche in Italia e in Spagna, ma con le originali condividono solo il colore verde ahahahah! Anche il formaggio Brie, che ormai si trova dappertutto,(forse anche in India?) non ha niente a che fare con quello che si compra in Francia.

    ReplyDelete
  8. Anche questo riso mi sembra ottimo e, soprattutto, leggendo quello che scrivi, mmi sembri tu fantastica! Sei molto diretta, schietta e pratica e prendi la vita con leggerezza.. Continua così perchè venirti a trovare è sempre un piacere ;)))

    ReplyDelete
  9. ah bhe' ma allora non vale! praticamente hai tutto!!
    La macchina del gelato secondo me adesso la trovi in India, c'e' addirittura qui in Indonesia da un anno o due... cerca quella della Simac, e' quella meglio distribuita.
    L'affettatrice mica per altro, e' che portando prosciutti e coppa affettarla con il coltello era' diventato cosi' lungo! Pero' devo dire che e' davvero comoda anche per il pane il carpaccio di pesce e tante altre cosine!
    Fino a un paio di anni fa c'erano tantissime altre cose che non si trovavano qui, come ad esempio lo schiacciapatate, e che quindi son venute giu' con noi in valigia...
    Chissa' perche' ma le guarnizioni della macchina del caffe' bisogna sempre portarsele dall'Italia...

    ReplyDelete
  10. Mi hai fatto sorridere, io faccio parte di quelle con circa (non scherzo) 80 kg di bagaglio ad ogni viaggio...a voglia provviste, di beni leciti e qualcuno un po' meno ;-)

    Bel piatto, sono d'accordo che i sapori devono stare benissimo insieme.
    Ciao :-)

    ReplyDelete
  11. ~*~ eli, d'accordissimo che i formaggi francesi mangiati in Francia son proprio diversi, sara' anche l'aria? qui c'e' il brie importato ma l'ho comprato una volta sola, non vale la candela, ciao!

    ~*~ Giulia, diretta, schietta e pratica e prendo la vita con leggerezza, yes! wow sei brava a leggere le persone, pero' non sono sicura che questo significhi anche essere fantastica ah ah ah sei troppo buona, ti meriti tre bacioni!

    ~*~ Erica Erica, voglio la mozzarella bella fresca e buona, non quella blu, perche' adoro la caprese, ma poi dove prendo quei bei pomodori maturi e dolci che qui son sempre acidi? A me piace schiacciare le patate con la forchetta, poi ho trovato qui uno schiacciapatate importato che si piega tutto e son tornata alla forchetta, ma si direi che tutto considerato e rispetto a vent'anni fa si trovano tante cose, Ciao!!! vengo subito a leggere il tuo post sul mercato.

    ~*~ Stefania, oddio sto cercando di immaginare quali sono i beni meno leciti . .. ciao!
    ~*~

    ReplyDelete
  12. Sono onoratissima ... felice ed emozionata al vedere il mio riposo fra le tue scelte saporite ... è davvero bello per me ... un particolare ... la spiaggia sul fondo è una spiaggia che frequento , piena di ginepri piegati sul mare , profumatissima ... il giusto contorno per gustare uno dei tuoi piatti creativi e da acquolina in bocca... Che devo dire ... GRAZIE ... :-))

    ReplyDelete
  13. Davvero..vent'anni che abiti in india.....!!!??? Questo piatto è molto invitante e ti dirò che ormai uso quasi sempre il basmati...a proposito, ottimi i suggerimenti per cucinarlo...Il cheddar, infatti non è facile da trovare ma se lo trovo questo bel piatto di riso lo faccio mio...un bacio

    ReplyDelete
  14. Ci credo! qui cambiano un sacco di cose da un anno all'altro (ora si trova a Bali anche lo schiacciapatate 'serio' di acciaio fatto come si deve!) immagino in 20 anni come sara' cambiato li'!
    Per i pomodori io ho scoperto qui che quelli orribili che sanno di acido a guardarli sono meglio di quelli 'belli', comunque, niente a che vedere con i nostri! figurati che io mi ostino a chiamarli 'tomat', come li chiamano qui anche quando parli con Cri! non si meritano di portare lo stesso nome di quei fantastici succosi cuori di bue che ci sono da noi, o quei perini fantastici che da piccola mangiavo interi a morsi con il pomodoro in una mano e il salino nell'altra! non c'e' paragone!!

    ReplyDelete
  15. lo adoro il basmati, è buonissimo!!! che bello il tuo blog! se vuoi passa da me:http://panpepatosenzapepe.blogspot.com

    ReplyDelete
  16. Se senza valigia intendi solo bagaglio a mano allora io sono una tua feerea sostenitrice. Anch'io, ogni volta che posso, parto solo con bagaglio a mano e comunque cerco di ridurre al limite quello da imbarcare. Tanto mi sono accorta che poi tutta quella roba non serve mai!
    ottimo il tuo riso, non mangio pancetta ma devo dire che un apsetto davvero invitante!

    ReplyDelete
  17. ~*~ Stefania, grazie a te anche per il profumo dei ginepri, e ti assicuro che il piacere e' tutto mio! un bacione

    ~*~ Elena, si. Baci baci

    ~*~ Erica, i tomat li abbiamo proprio in comune , li chiamano cosi anche qui. Si, tanto e' cambiato ma solo il superficiale, le nuove costruzioni che nascono come funghi, le strade illuminate di notte che vent'anni fa eran buie senza lampioni, ma la gente non e' cambiata, o perlomeno troppo poco . . . ci sarebbe cosi da dire . . .

    ~*~ Martina, ciao! passero' a trovarti di certo, grazie per la visita.

    ~*~ Zia Elle, certo intendevo solo col bagaglio a mano, beh almeno quello! infatti tanta roba non serve mai, esatto! Grazie per la visita. Bacione.

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails