Bucatini con basilico asiatico, tonno e zucchine


Il basilico è originario dell'Asia tropicale e quindi India, dove è considerato sacro e quindi venerato, nonchè usato come medicinale nell'ayurveda. Il nome botanico infatti è Ocimum sanctum, quindi santo, anzi santa perchè in India questa pianta, chiamata Tulsi, è la dea Tulasidevi. 
Non sapevate che anche una pianta può essere una dea? Basta guardarla e tutti i peccati vengono rimossi, basta toccarla e il corpo diventa puro, e se viene venerata fa svanire tutte le malattie, se si innaffia fa svanire anche la paura della morte. Cliccando QUI ci trovate, ma in inglese, tutti i benefici che derivano dalla venerazione della pianta di basilico indiana Tulsi, non che io vi suggerisca di venerarla ma se vi interessa l'India, capire queste cose può essere interessante.

Nella mia prima casa qui avevo affittato il piano terra di un bungalow con un giardinetto tutto mio con un bel cespuglio a foglioline verde e viola, che poi ho saputo era chiamato Tulsi,  che ovviamente innaffiavo regolarmente e che profumava di basilico. Ho pensato subito a un bel pesto anche senza pinoli, e ho chiesto al padrone di casa se la pianta era commestibile e lui mi ha detto si che ci potevo fare un tè calmante, ma di certo non mangiarla con gli spaghetti perché considerata sacra. Qualche volta però ne ho messo alcune foglie nel sugo di pomodoro, ma poi ho cambiato casa e adesso il basilico si trova facilmente al supermercato.
Il problema è che nel 90% dei casi  annerisce immediatamente, nel senso che quando arrivo a casa è già buono da buttare, ma qualche giorno fa ho trovato questo basilico che si vede in foto che sembrava sanissimo e anche molto resistente con le foglie un po' spesse, e l'ho comprato. Appena ho aperto la busta il profumo intenso molto diverso dal nostro basilico non mi ha di certo ispirato a fare un pesto classico. Ho fatto quindi una ricerca sul web e ho trovato che questo è molto probabilmente il basilico asiatico molto usato nella cucina Thailandese e adesso anche nella mia. Qualcuno lo riconosce?
Comunque asiatico o chissà che, pesto o non pesto, che importanza ha? la salsina verde fatta con mandorle, aglio e questo basilico si è rivelata perfetta per questo piatto di bucatini.


Ingredienti:
  • bucatini ma anche pasta lunga o corta di vostra preferenza
  • una patata piccola o mezza per ogni commensale 
  • tonno in scatola di quello buono 
  • zucchine tagliate a julienne ma io avevo sempre la solita luffa, vedi QUI se ti interessa
  • cipolline fresche 
  • peperoncini verdi piccanti
  • aglio e prezzemolo tritati
  • vino bianco
  • sale e pepe se vi piace
  • olio extra vergine di oliva
e per la salsa verde di basilico asiatico, pestare insieme
  • basilico thai o asiatico
  • mandorle
  • aglio
  • olio extra vergine di oliva
  1. Preparare la salsa verde pestando gli ingredienti nel mortaio.
  2. Tagliare le patate a bastoncini e cucinarle insieme alla pasta.
  3. Rosolare le zucchine finchè sono cotte ma al dente e ancora verdi e metterle da parte.
  4. Nella stessa padella rosolare le cipolline a fettine o tritate finchè sono trasparenti, aggiungere il peperoncino piccante, l'aglio, il prezzemolo e il tonno sbriciolato. Cuocere un paio di minuti e sfumare col vino bianco.
  5. Prendere la pasta cotta al dente con le pinze e versarla grondante di acqua in padella.
  6. Aggiungere la salsa verde e le zucchine, rimestare bene e servire

7 comments:

  1. Chamki, questa pasta deve essere profumatissima, la proverò, ma con il basilcio del mio mini orticello :-) Grazie!
    Ale

    ReplyDelete
  2. Ale, che bello che hai l'orticello, vorrei averlo anche io, potresti anche piantare qualche semino di questo basilico!
    Ciao!

    ReplyDelete
  3. Chamki, ma secondo te riesco a trovarlo qui? Nel mio mini orticello ci sono basilico, menta, rosmarino, erba cipollina, salvia, rucola, due tipi di insalata, pomodorini (quasi maturi...) e peperoncini piccanti rossi.
    E' una soddisfazione vedere le piantine crescere...

    ReplyDelete
  4. si lo so e' proprio una soddisfazione, ma certo che puoi trovare i semi di questo basilico, in qualsiasi negozio che vende semi e piante ci sara' anche questo. . .

    ReplyDelete
  5. Meravigliosa questa pasta...deve avere un sapore gradevolissimo!!! complimenti!

    ReplyDelete
  6. Namaste', Chamki complimenti per la creativita' delle tue ricette mi sono avvicinata da poco all'ayurveda e la curiosita' per la cucina indiana e' nata in me improvvisamente pur cucinando da sempre.. il tuo blog e' unico! Ricette di bucatini e pollo tandoori tempura e chorizo!! Sei un fenomeno! Ho anche io un umile blog e tentero' esperimento chapati!Se verrai a farmi visita ne saro' onorata :) www.lamiacucinainsoffitta.blogspot.com a presto!

    ReplyDelete
  7. Laura, devo dire che non seguo l'ayurveda anche se poi inevitabilmente ci sono dentro ah ah ah si sono un fenomeno di multidimensional creativity perchè vivo nello stato naturale degli umani che è appunto multidimensional e quindi il cibo fa la sua parte. . .
    grazie per la visita, vengo a trovarti, ciao!

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails