Il sale indiano, nero e rosa


Il sale nero (noto in India come Kala Namak o Sanchal) è un sale di roccia vulcanica dal sapore/odore sulfureo del tipo uova marce ma ovviamente gli indiani che non mangiano uova non lo sanno.
In realtà non è nero ma di un colore amaranto scuro che diventa rosa quando è macinato fine. Se si vive in India prima o poi si finisce per usarlo e apprezzarlo per le sue qualità digestive, lassative, contro la flatulenza e il bruciore di stomaco.

Il sale nero è un ingrediente del Chaat masala, un insieme di spezie particolare, di cui vi darò la ricetta, da spolverare sopra tutti i tipi di frutta, oppure per insaporire chutney e legumi, la raita, le bevande estive [ha anche un potere rinfrescante], il lassi [anche di questo vi devo ancora dare la ricetta]e chissà che altro che io non so.
Pare che i vegani lo usino per dare ai cibi il sapore dell'uovo e quelli che soffrono di pressione alta lo usano come sostitutivo del sale normale.
Io lo uso di rado, giusto ogni tanto lo metto sull'anguria perché trovo che ne migliora il gusto e la digeribilità.

Il sale nero [black salt] e il sale di roccia rosa dell'Himalaya [rock salt] sono i sali consigliati dall'Ayurveda, il sale marino infatti non è vegetariano.


Il sale rosa dell'Himalaya [pachistano] che tanto sta affascinando l'occidente più che altro perché molto reclamizzato è venduto normalmente in India come sale di roccia [rock salt] e le paroline "rosa" o "Himalaya" non appaiono da nessuna parte, infatti fanno parte del marketing occidentale. Di certo chiamarlo sale rosa dell'Himalaya attrae, e se poi si considera che qui costa meno di € 0,50 al chilo al dettaglio [in pacchetti da 200 grammi] fatevi un po' di conti e capirete perché all'estero, cioè da voi, si fa a gara a chi ne vende di più.

In Italia i prezzi di questo sale sono altamente oscillanti, ho visto che mediamente viene venduto a € 10 al chilo a cristalli grossi, ma ne ho trovato anche a prezzi pazzeschi, tipo € 14,40 per 48 grammi con macinino.
Sto cominciando a pensare che potrei fare un bel business ma non ho voglia di lavorare, e nemmeno di far lavorare gli altri, mi basta avere una donna delle pulizie che nemmeno parla inglese, questo è essenziale per evitare i mal di testa.

Ma si forse anche io lo comprerei se vivessi in Italia, giusto per il tocco esotico, e lo metterei a tavola con la grattugina sua di fianco.

Però quando leggo cose di questo genere qui ... "nella sua originale purezza" o "esente da contaminazioni ambientali" mi vien proprio da ridere perché mi immagino chissà quanti ci hanno camminato sopra coi piedi zozzi. E se lo comprate già polverizzato non saprete mai se è stato mischiato con altro sale, forse anche chimico. Vi suggerisco quindi di comprarlo a cristalli grossi, lavarlo, lasciarlo asciugare bene al sole, all'aria o nel forno tiepido, pestarlo o grattugiarlo al momento dell'uso.


Eccoli entrambi belli, lavati e photoshoppati:

15 comments:

  1. Bello si quello rosa, da mettere magari su un mobile come decorazione, adesso mi viene in mente è quello che usano per le lampade di sale?

    ReplyDelete
  2. Si e' proprio quello, mi son dimenticata di dirlo.

    ReplyDelete
  3. Scopro il tuo blog da un commento che hai lasciato da Cassandrina, a proposito del chapati. Mi piace molto la cucina indiana...mi unisco ai tuoi lettori :))))
    A presto!

    ReplyDelete
  4. Olá;
    Eu gosto muito de comida da India.
    O Sal nrego e o Sal rosa são lindos, maravilhosos!
    No BRAZIL o preço é muito caro deste sal negro e do sal rosa.
    Adorie seu blog e vou seguir.
    Vem para o BRAZIL me seguir com gastronomia e gourmet.
    www.pecadosdamesa.com.br

    ReplyDelete
  5. Grazie per tutti questi consigli,ci fai aprire gli occhi su tante cose!

    ReplyDelete
  6. Grazie Eli, Maria Paula e Damiana, benvenute nella mia cucina, verrò a trovarvi per mangiare con gli occhi le vostre specialità . . . ho appena visto delle linguine e vongole che mi hanno fatto morire dalla voglia di mangiarle e delle crostatine con la crema cotta per finire in dolcezza. Ciao!

    ReplyDelete
  7. Ciao, ero venuta a ringraziarti per essere diventata una mia sostenitrice ma divento con piacere anch'io una tua lettrice, la cucina indiana mi piace molto; grazie al tuo blog potrò conoscerla meglio.
    A presto Debora.

    ReplyDelete
  8. Ti avevo scritto un commento ieri, forse qualcosa non ha funzionato...
    Desideravo ringraziarti per esserti fermata da me, sono felice di conoscerti e mi complimento per il bel blog.
    Ciao Alessandra

    ReplyDelete
  9. Grazie Alessandra,
    ho visto delle belle ricette nel tuo blog che forse riuscirò a fare anche in India, il che per me è importante, vista la carenza di ingredienti qui di solito mi limito a divorare i blogs solo con gli occhi.
    Ciao.

    ReplyDelete
  10. Io vado matta per i sali, tanto che da ogni viaggio, mio o di amici, mi faccio portare un sale diverso, ne ho almeno una decina di tipi diversi, compreso quello Rosa, che pagai una cifra irrisoria, poi andai a comperarlo al supermarket sotto casa per un amico e mi presero le convulsioni, appunto quelle famose confezioncine formato mini da 14 euro....

    ReplyDelete
  11. Sei sempre romantica tu! io preferisco il sale marino italiano ;))

    ReplyDelete
  12. Hahahahah, ovviamente anche io, ma il sale giusto al momento giusto crea un piatto dall'armonia unica, il mio preferito è il Grigio Bretone, che viene molto meno del Rosa Himalayano ed è molto meno conosciuto .
    Ho una ricetta sul io blog dove feci dei trancetti di carne, tutti stesso metodo di cottura (alla griglia) serviti però con sali diversi, e davano alla carne tutto un altro sapore, un'pò come usare pepe nero o pepe rosa in salamoia...
    Ok, dopo questa confesso che sono fissata con i sali XD
    Hhehheheheh, un bacione!

    ReplyDelete
  13. Ciao! Vorrei parlarti un attimo...ti lascio il mio indirizzo email, potresti scrivermi per favore? oppure, se preferisci, potresti darmi il tuo indirizzo email che ti scrivo tutto nel messaggio? Grazie! Ninki

    ReplyDelete
  14. dimenticato l'indirizzo: ninki@email.it :-)))))

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails