Arancino Siciliano made in India



Il riso indiano è sempre stagionato e più è vecchio e più è buono, così dicono, in realtà la stagionatura serve a ridurre la quantità di amido e quindi a mantenere i chicchi separati, cosa che, non ho mai capito perché ma agli indiani piace molto, sembra che questa sia una qualità irrinunciabile che io comunque mi ostino a non capire.
Insomma non ci si può fare il risotto, nemmeno i sushi, e tanto meno gli arancini siciliani o i supplì.

Oggi mi è venuta proprio voglia di arancini anche perchè avevo del ragù di capretto avanzato e pure i piselli, quindi inventare "l'arancino a tortino" fatto con tutti gli ingredienti degli arancini siciliani è stato facile.
Oops non proprio tutti gli ingredienti giusti, ovviamente con il riso sbagliato e il cheddar al posto della scamorza, con il ragù di capretto indiano e la cottura al forno ne è venuto fuori un piatto non tanto male ma lontano anni luce dalle memorie dell'arancino del bar del traghetto Scilla - Messina. Che memoria! Chissà se mi sembrava così buono perchè mi placava lo stomaco in subbuglio per l'inizio della scuola o perchè la brezza marina ne era un ingrediente importante e la forma a cono mi sembrava quanto meno originale, non so, ma certi ricordi rimangono immutati anche dopo cinquantanni.
Prima o poi tornerò in Sicilia e non certo solo per gli arancini.



Rice cake filled with ragù, boiled peas, and cheddar, "Sicilian arancino" style.


No comments:

Post a Comment

linkwithin

Related Posts with Thumbnails