Pane alle banane speziato e profumato


Mai sentito nominare? Nel Web ci sono più di otto milioni e mezzo di pagine in inglese se cerchi con Google Banana Bread, e quindi che ci faccio io qui con la mia ricetta? Questo pane semi dolce, tipico americano, è davvero così buono e semplice da fare che ve lo devo proprio raccontare.

Se avete sempre banane che diventano troppo mature e nessuno le mangia, ecco la soluzione, le mettete in frigo o nel freezer e quando ne avete abbastanza fate questo pane che è perfetto per la colazione del mattino.

Le banane in India si trovano nei carretti a ogni angolo di strada e con 50 centesimi di euro ve ne danno una trentina, dolcissime e profumate, niente a che vedere con quelle che si trovano al supermercato in Italia.
Io non mangio quasi mai dolci, non uso nemmeno lo zucchero nel caffè, ma mangio una banana quando voglio qualcosa di dolce o mi faccio il pancake di banane quando proprio voglio il dolce, ma ogni tanto mi concedo questo lusso extra.

!Attenzione! 

Le banane devono essere molto mature, coi puntini neri ma tanti, insomma devono essere quelle banane che buttereste via perché nessuno le vuole mangiare, ma che sono ovviamente ancora edibili.

Quando avete una o due banane in questo stato tagliatele a pezzi e congelatele in attesa di averne altre. Potete anche tenerle in frigo e anche se la buccia diventerà nera, non importa, dentro saranno bianche, si manterranno bene per qualche giorno e saranno ancora buone per farci questo pane alle banane o il bingka pisang che trovate QUI

Per questo pane che senza zucchero non è molto dolce ma dal sapore speziato e insolito, ho fatto anche lo sforzo di fare tante foto ma mi sono dimenticata di farle alle due ciotole. E si, perché dovete preparare due ciotole, una per gli ingredienti asciutti e l'altra per gli ingredienti umidi.

Ingredienti asciutti:
  • 250 grammi di farina [io ho usato farina integrale di sette cereali]
  • 100 grammi di noci tostate [quando non ho noci uso mandorle e anacardi sempre tostati]
  • zero grammi di zucchero [ la ricetta ne vorrebbe 150 grammi]
  • ½ bustina di lievito vanigliato [io ho usato un cucchiaino di baking powder e un baccello di vaniglia tritato]
  • ¼ di cucchiaio di bicarbonato di soda [gli americani lo mettono sempre nei dolci e nei pancakes per farli lievitare meglio]
  • 1 cucchiaino abbondante di cannella in polvere [essenziale]
  • ½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere oppure noce moscata [opzionale]
  • 1 bel pizzico di sale
Ingredienti umidi:
  • 450 grammi di banane molto mature [pesate senza buccia] - sembrano tante lo so, ma ci vogliono tutte e talvolta ne metto anche fino a 550 grammi
  • 100 grammi di yogurt [la ricetta vorrebbe 100 grammi di burro fuso, ma si può usare anche l'olio extravergine di oliva o di semi]
  • 100 grammi di uvetta lavata e ammollata nel whiskey per tutta la notte [oppure datteri tagliati a pezzetti]
  • 2 uova intere sbattute
  • buccia grattugiata di un limone [io avevo un mandarino - come mi mancano i limoni italiani!]
  • 1 cucchiaio di succo di limone
1. Accendere il forno a 180° C e metterci a tostare le noci o le mandorle pelate, mentre preparate gli altri ingredienti e il forno raggiunge la temperatura. Il gusto della tostatura è importante per il risultato finale.

2. Lavare e mettere a bagno l'uvetta. Una volta ho usato anche albicocche e fichi secchi insieme, ma è venuto un po' troppo ricco, meglio usare solo un ingrediente per volta. A me piace anche con noci e datteri come si vede dalla foto sotto il titolo, oppure noci e fichi.

3. Mettere nella prima ciotola tutti gli ingredienti secchi, amalgamarli con una frusta e aggiungere l'uvetta.

4. Schiacciare con una forchetta le banane col succo di limone e mischiarle nella seconda ciotola a tutti gli altri ingredienti umidi, eccetto l'uvetta che avrete aggiunto alla farina così che si distribuisca meglio nell'impasto.

5. Adesso mischiate dentro la ciotola della farina a grandi cucchiaiate gli ingredienti umidi finché tutta la farina è assorbita. Ma attenzione a non mischiare troppo, si devono vedere i grumi e anche qualche striatura di farina, altrimenti rischiate di ottenere un pane gommoso.

6. Infornare per un'ora a 180° C in uno stampo da plumcake 23x10 profondo 5 cm.  Passata l'ora fare la prova stecchino e se necessario far cuocere qualche minuto in più [max 10].

Non so se è vero che con lo stampo in silicone la cottura venga abbreviata, ma il mio pane, nello stampo in silicone, cuoce in un'ora esatta.
Il tempo di cottura dipende molto anche dal tipo di forno - sappiatevi regolare col vostro.



Note

Questa ricetta è altamente modificabile, basta tener conto del bilanciamento tra ingredienti umidi e ingredienti asciutti.

Ho anche fatto questo pane con l'olio extra vergine di oliva e col burro invece dello yogurt, ovviamente col burro è più appetibile ma tutto sommato con lo yogurt si risparmiano un sacco di calorie.

Un'altra volta ho aggiunto 50 grammi di zucchero invece di 150 grammi ed è venuto dolce giusto, ma senza zucchero è altrettanto buono e continuerò a farlo senza zucchero.

E infine l'ho fatto anche senza uova, sostituendole con 40 grammi di semi di lino tritati e bagnati con succo d'arancia per un totale di circa 80 grammi che ho frullato insieme alle banane (invece di schiacciarle con la forchetta come faccio di solito).

Questo pane rimane morbido e umido ma non so dirvi per quanto tempo, il mio è finito in due giorni.

Da provare!

4 comments:

  1. Questa è da tempo che mi attira, prima o poi la faccio, grazie!

    ReplyDelete
  2. yummy
    did you make fresh?
    shall i come for coffee?

    ReplyDelete
  3. Ciao Chamki (se ancora leggi il tuo blog!) e ciao a tutti. Questa è la terza o quarta volta che faccio questa ricetta. Favolosa! Quando al mattino voglio qualcosa di goloso senza zuccheri raffinati mi preparo questo pane e la sera prima di coricarmi già assaporo nella mia mente che gioia sarà alzarsi e prenderne una fetta! Una torta magica, arrivata al momento giusto nella mia vita.
    Prossimamente vorrei provare il consiglio di usare i semi di lino al posto delle uova...
    L'ho provata anche senza noci (per errore, chiacchierando con una mia amica le ho scordate in forno e si sono carbonizzate!!!!!) ed è comunque buono... chiaro, la noce dà quel qualcosa in più ma costano care quindi per gli squattrinati è ok anche senza noci (ok in realtà sto già immaginando di metterci albicocce secche o fichi mmmmmmmmm)

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails