Saturday, August 29, 2009

Pane alle banane speziato e profumato


Mai sentito nominare? Nel Web ci sono più di otto milioni e mezzo di pagine in inglese se cerchi con Google Banana Bread, e quindi che ci faccio io qui con la mia ricetta? Questo pane semi dolce, tipico americano, dal sapore speziato e insolito, è davvero così buono e semplice da fare che ve lo devo proprio raccontare.
Se avete sempre banane che diventano troppo mature e nessuno le mangia, ecco la soluzione, le mettete in frigo o nel freezer e quando ne avete abbastanza fate questo pane che è perfetto per la colazione del mattino.

Le banane in India si trovano nei carretti a ogni angolo di strada e con 50 centesimi di euro ve ne danno una trentina, dolcissime e profumate, niente a che vedere con quelle che si trovano al supermercato in Italia.
Io non mangio quasi mai dolci, non uso nemmeno lo zucchero nel caffè, ma mangio una banana quando voglio qualcosa di dolce o mi faccio il pancake di banane quando proprio voglio il dolce, ma ogni tanto mi concedo questo lusso extra.

!Attenzione! 

Le banane devono essere molto mature, coi puntini neri ma tanti, insomma devono essere quelle banane che buttereste via perché nessuno le vuole mangiare, ma che sono ovviamente ancora edibili.

Quando avete una o due banane in questo stato tagliatele a pezzi e congelatele in attesa di averne altre. Potete anche tenerle in frigo e anche se la buccia diventerà nera, non importa, dentro saranno bianche, si manterranno bene per qualche giorno e saranno ancora buone per farci questo pane alle banane o il bingka pisang che trovate QUI

Dovete preparare due ciotole, una per gli ingredienti asciutti e l'altra per gli ingredienti umidi.

Ingredienti asciutti:
  • 250 grammi di farina [io ho usato farina integrale di sette cereali]
  • 100 grammi di noci tostate [quando non ho noci uso mandorle e anacardi sempre tostati]
  • zero grammi di zucchero [ la ricetta ne vorrebbe 150 grammi]
  • ½ bustina di lievito vanigliato [io ho usato un cucchiaino di baking powder e un baccello di vaniglia tritato]
  • ¼ di cucchiaio di bicarbonato di soda [gli americani lo mettono sempre nei dolci e nei pancakes per farli lievitare meglio]
  • 1 cucchiaino abbondante di cannella in polvere [essenziale]
  • ½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere oppure noce moscata [opzionale]
  • 1 bel pizzico di sale
Ingredienti umidi:
  • 450 grammi di banane molto mature [pesate senza buccia] - sembrano tante lo so, ma ci vogliono tutte e talvolta ne metto anche fino a 550 grammi
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 100 grammi di yogurt [la ricetta vorrebbe 100 grammi di burro fuso, ma si può usare anche l'olio extravergine di oliva o di semi]
  • 100 grammi di uvetta lavata e ammollata nel whiskey per tutta la notte [oppure datteri o fichi tagliati a pezzetti]
  • 2 uova intere sbattute
  • buccia grattugiata di un limone [io avevo un mandarino - come mi mancano i limoni italiani!]
1. Accendere il forno a 180° C e metterci a tostare le noci o le mandorle pelate, mentre preparate gli altri ingredienti e il forno raggiunge la temperatura. Il gusto della tostatura è importante per il risultato finale.

2. Lavare e mettere a bagno l'uvetta. Una volta ho usato anche albicocche e fichi secchi insieme, ma è venuto un po' troppo ricco, meglio usare solo un ingrediente per volta. A me piace anche con noci e datteri come si vede dalla foto sotto il titolo, oppure noci e fichi.

3. Mettere nella prima ciotola tutti gli ingredienti secchi, amalgamarli con una frusta e aggiungere l'uvetta.

4. Schiacciare con una forchetta le banane col succo di limone e mischiarle nella seconda ciotola a tutti gli altri ingredienti umidi, eccetto l'uvetta che avrete aggiunto alla farina così che si distribuisca meglio nell'impasto.

5. Adesso mischiate dentro la ciotola della farina a grandi cucchiaiate gli ingredienti umidi finché tutta la farina è assorbita. Ma attenzione a non mischiare troppo, si devono vedere i grumi e anche qualche striatura di farina, altrimenti rischiate di ottenere un pane gommoso.

6. Infornare per 50 minuti/un'ora a 180° C in uno stampo da plumcake 23x10 profondo 5 cm.  Fare la prova stecchino e se necessario far cuocere qualche minuto in più.

7. Lasciate raffreddare il pane per 10 minuti nello stampo e quindi capovolgetelo su una griglia finché completamente freddo.

Non so se è vero che con lo stampo in silicone la cottura venga abbreviata, ma il mio pane, nello stampo in silicone, cuoce in un'ora esatta.
Il tempo di cottura dipende molto anche dal tipo di forno - sappiatevi regolare col vostro.



Note

Questa ricetta è altamente modificabile, basta tener conto del bilanciamento tra ingredienti umidi e ingredienti asciutti.

Ho anche fatto questo pane con l'olio extra vergine di oliva e col burro invece dello yogurt, ovviamente col burro è più appetibile ma tutto sommato con lo yogurt si risparmiano un sacco di calorie.

Un'altra volta ho aggiunto 50 grammi di zucchero invece di 150 grammi ed è venuto dolce giusto, ma senza zucchero è altrettanto buono e continuerò a farlo senza zucchero.

E infine l'ho fatto anche senza uova, sostituendole con 40 grammi di semi di lino tritati e bagnati con succo d'arancia per un totale di circa 80 grammi che ho frullato insieme alle banane (invece di schiacciarle con la forchetta come faccio di solito).

Questo pane rimane morbido e umido ma non so dirvi per quanto tempo, il mio è finito in due giorni.

Da provare!

Thursday, August 13, 2009

Pasta with Sardines



The original Sicilian recipe calls for wild fennel greens, not the white bulb, but that's not easy to get if you are not in Sicily, so, since i started making it with dill, here in India, i don't miss anymore the unusual scrumptiously taste of "Pasta con le Sarde".
The strange thing is that i don't usually like canned sardines but in this recipe they get so appetizing and heavenly, well i am not exaggerating, i think that's the combination fennel/dill with sardines.
I know that dill and fennel tastes different, but not that much, in fact they belong to the same family, and they are so related that they cross-breed if planted close together.
Don't bother attempting the dish if you can't find wild fennel or dill "greens", seeds won't do.

Le Polpette di Melanzane



English HERE

Oggi mi è capitato di leggere in rete una ricetta delle polpette di melanzane e secondo me ci mancava un ingrediente importante, ho fatto quindi una ricerca in italiano e ho trovato che quasi nessuno ci mette l'aglio! Strano, sinceramente credo che senza aglio non siano per niente buone. Ho già pubblicato qui la ricetta in inglese e di solito non traduco le mie ricette ma per questa devo proprio fare un'eccezione. Le polpette di melanzane sono una tira l'altra per me, facili da fare e buonissime anche fredde, oserei dire che fredde, ma non gelate da frigo, sono anche meglio.

Ingredienti per circa 12 polpette:
  • 1 melanzana grande poco più di mezzo chilo
  • 50 grammi di provola o caciocavallo
  • 50 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 o 2 uova
  • una manciata di basilico o prezzemolo tritati [o entrambi]
  • AGLIO, a piacere vostro, spicchi tritati e pestati
  • 1 ciotolina di pangrattato 50 grammi o più se necessario
  • Pepe macinato fresco
  • Olio extra vergine di oliva per friggere
1] Tagliare la melanzana in cubi senza pelarla.

2] Bollire i cubi in abbondante acqua salata finché sono teneri.

3] Scolarli in un colapasta e coprirli con un piatto che li tenga schiacciati con sopra una pentola piena d'acqua. Questo serve a strizzarli bene. Lasciarli così per mezzora.

Alternativa alla bollitura:
Bucherellare le melanzane intere con una forchetta, per evitare che scoppino, e infornarle a 180 gradi finché diventano tenere. In questo modo sono anche meno acquose e richiedono meno pangrattato. A me non va di accendere il forno solo per una melanzana ma talvolta lo faccio perché le polpette vengono decisamente più saporite.

4] Mettere la melanzana con tutti gli altri ingredienti nel food processor aggiungendo il pangrattato poco per volta finché l'impasto è abbastanza consistente. Se avete arrostito la melanzana al forno pelatela parzialmente.
Non frullare troppo altrimenta diventa una pappetta.

5] Lasciar riposare l'impasto in frigo a rassodare per mezzora e poi formare le polpette con le mani aiutandosi con un cucchiaio, a forma ovale e piatte, e friggerle in mezzo centimetro di olio girandole solo una volta. Se lo ritenete necessario potete ripassare le polpette nel pangrattato prima di friggerle.

Mangiarle a temperatura ambiente perché sono decisamente più buone e sode.

Sunday, August 9, 2009

Pasta ca' muddica



Pasta with toasted bread crumbs and anchovies is a very ancient recipe from southern Italy, perfect as "spaghetti di mezzanotte" [midnight spaghetti] because it is ready in 15 minutes and so tasteful you will be surprised. There is no tomato sauce in this recipe but sometimes i add few cherry tomatoes, and also olives and capers if i want a richer recipe.

Ingredients for 150 grams of spaghetti:
  • Spaghetti  - 150 grams [about 5 ounces]
  • 2 Anchovies fillets
  • 1 garlic clove, crushed
  • 1 spring onion
  • pinch of hot chili flakes [i prefer the mild Kashmiri chilies in small pieces]
  • 3 spoons of breadcrumbs [or even more] with a pinch of sugar
  • 3 spoons Extra virgin olive oil

Thursday, August 6, 2009

Mashed Potatoes Gattò



Gattò is the transliteration of gâteau (cake) from French to Italian, a savory cake made with mashed potatoes, eggs, cheese (provola) and spicy salame, a classic dish from Napoli, of French influence.
However i didn't have salame, neither provola or caciocavallo, so, my gattò here is very simple and much lighter with only few cubes of baked ham and cheddar.

Ingredients:
  • 500 grams mashed potatoes
  • 70 grams baked Ham
  • 2 Eggs
  • 120 grams grated cheddar
  • 30  grams grated cheddar or Parmigiano for topping
  • few spoons of milk if the dough is too thick
  • 30 grams butter + more for the pan
  • Salt and Pepper
  • Breadcrumbs
  1. Pre-heat the oven to about 370 F [190° C].
  2. Mash the boiled potatoes and add the butter and freshly ground pepper, stir until the butter is melted and then add the eggs and the cheddar. If the dough is too stiff add few spoons of milk.
  3. Stir everything well and add the small cubes of ham. Adjust salt.
  4. Butter the baking pan and coat with breadcrumbs.
  5. Spread the mashed potatoes and top with grated cheddar, then breadcrumbs and few thin slices of butter.
  6. Bake for 30/40 minutes until the top is golden brown.

This is a very rich dish usually served warm [room temperature] with fresh salad for a complete meal.
And as you can imagine there are lots of variations in the filling like hard boiled eggs, parsley, nutmeg, scamorza cheese, chorizo or steamed asparagus, sautéed zucchini etc etc but of course not all the fillings together.

Tuesday, August 4, 2009

Pasta and Lentils - Spaghetti spezzati con lenticchie



This is my favorite pasta and beans with thick consistency, broken spaghetti and the flavor of extra virgin olive oil.

Ingredients:
  • Spaghetti - cooking time 10 min - broken into 6 pieces
  • Lentils [same quantity as spaghetti]
  • Extra virgin olive oil of the best quality
  • Garlic
  • Bay leaf
  • Freshly ground pepper and Salt
  1. Wash and boil the lentils in plenty of water with a bay leaf until almost ready, about 40 min.
  2. In a large pan warm the oil and sauté the garlic until golden but not burned. Here you can also add a couple of spoons of tomato purée, but that's optional.
  3. Add the lentils with enough of their broth to cook the pasta, and when it's boiling add the broken spaghetti. It is difficult to tell the exact quantity but the pasta has to absorb all liquid so you can eat with a fork. However, to make it simple you can also cook spaghetti separately and add it to the lentils at the end.
  4. Put off the fire and let the pasta and lentils rest for about five minutes.
  5. Serve with freshly ground pepper on top and a splash of extra virgin olive oil.
The recipe is very simple but delicious and the good quality of extra virgin olive oil is the essential ingredient along with the quality of pasta.

linkwithin

Related Posts with Thumbnails