Lasagne verdi con ragù di soia e shiitake



Queste lasagne verdi son condite con ragù di soia perché avevo un ospite che non mangia carne. Son venute davvero buone anche se a me la soia non piace e quindi mi hanno piacevolmente sorpresa.

Per eliminare il tipico sapore di soia secca io faccio bollire il granulare [o i bocconcini di soia che poi trito nel food-processor] in abbondante acqua salata per un minuto e lo lascio quindi in ammollo nella stessa acqua per dieci minuti.
Lo sciacquo sotto l'acqua corrente strizzandolo varie volte e alla fine lo faccio rosolare nell'olio extra vergine di oliva finché si asciuga.

A questo punto uso il granulare di soia come un trito di carne rosolata che assorbe i sapori delle verdure, soprattutto funghi, e va benissimo per fare un ragù vegetariano.

Infatti i funghi shiitake sono essenziali e determinanti per ottenere un gusto gradevole che assorbe completamente il sapore della soia. Il nome botanico di questo fungo asiatico è Lentinula edodes, il secondo fungo più consumato al mondo, ricco di proteine e aminoacidi, capace di incrementare la funzione immunitaria e la resistenza ai patogeni. Ottimo, molto amato anche dai giapponesi.



Al granulare rosolato aggiungere carota, sedano, cipolla e aglio tritati, e continuare a rosolare fino a che le verdure si sono asciugate. Aggiungere quindi funghi champignons tritati o a fettine [io di solito aggiungo anche gli shiitake o i porcini secchi che mi porto dall'Italia] e per finire zucchine tritate per dare leggerezza.
Alla fine, quando tutte le verdure sono ben rosolate, versare un bicchiere di vino bianco, lasciare evaporare e aggiungere la passata di pomodoro.

Qui ho persino fatto a mano [con la macchinetta della pasta che mi sono portata dall'Italia!] le lasagne verdi con gli spinaci, ho usato una besciamella da gourmet [cioè fatta da me], e invece della mozzarella ci ho messo un paneer molto morbido e tanto Parmigiano Reggiano, finendo sull'ultimo strato con fettine di Cheddar.

Le lasagne secondo me non devono avere più di tre strati di pasta, al massimo quattro.

5 comments:

  1. ps : ho da poco scoperto il tuo blog...hai un indirizzo e-mail dove posso chiederti alcune cs?sn molto curiosa della tua vita in india...ma nn vorrei intasarti il blog!!!

    ReplyDelete
  2. eeeeeeehhh questa foto la userei per attirare i clienti =)
    wow superb .... anche noi facevamo le lasagne con il ragu di soya giu` a goa e mettevamo tanto vino rosso ma immagino la delicatezza che il vino bianco regala con questi ingredienti che hai usato ... mmmhhh me la pappo in un boccon!!!

    ReplyDelete
  3. Hey Hey Hey che bel header, very Italian!

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails