Melanzane in insalata alla calabrese



Una ricetta di casa che ho sempre pensato fosse tipica calabrese ma che invece pare nessuno conosca, in rete non ho trovato niente. La faceva spesso la zia Lina e io, quando ero giovane, pensavo che fosse un cibo per persone anziane, e in un certo senso lo è, ma oggi dico che ogni tanto va benissimo fare una variante leggera con le melanzane che non assorbano olio come quando sono fritte.

Ingredienti:
  • Melanzane bollite
  • Sedano a pezzi e sbollentato in acqua salata e aceto
  • Aglio tritato da cui avrete eliminato il germoglio
  • Basilico fresco o prezzemolo
  • Origano di quello buono
  • Aceto
  • Olio extra vergine di oliva
  1. Tagliare le melanzane a cubi e metterle a bollire in una pentola con abbondante acqua salata. Volendo si possono mettere sotto sale prima della bollitura per evitare che l'acqua diventi scura e soprattutto se le melanzane sono del tipo amaro.
  2. Controllare la cottura pungendole con la forchetta, e appena son tenere scolarle in una colapasta, metterci sopra un piatto e una pentola piena d'acqua che fa da peso.
  3. Quando avranno perso tutta l'acqua possibile, metterle in un'insalatiera, aggiungere il sedano sbollentato, l'aceto, l'origano, l'aglio tritato e alcune foglie di basilico spezzate o di prezzemolo tritate. Lasciare assorbire l'aceto e quindi aggiungere l'olio extra vergine di oliva.

Il giorno dopo è ancora più saporita.

Il basilico (o il prezzemolo) non ricordo che ci fosse nella ricetta originale ma l'ho messo perché sentivo che mancava qualcosa e ci sta pure bene.

Un'altra ricetta molto buona con melanzane bollite a sorpresa si trova QUI.

12 comments:

  1. li ho fatti ieri ... senza sedano pero` chenon avevo... ma che buoni!!! non avevo mai fatto bollire la melanza in questo modo pensa te eccetto che farli fritti o saltati ... nice one!!! li faro piu spesso bolliti che son proprio buoni!!!

    ReplyDelete
  2. mamma mia che buone che erano, giusto ieri ho comperato un paio di melanzane ... domani le farò così le farò assaggiare a mia figlia, in onore tuo e in memoria della zia lina

    grazie del suggerimento :-)
    to-frati guido

    ReplyDelete
  3. Guido, mentre leggevo il tuo commento mi è venuto in mente l'origano - ma come ho fatto a dimenticarlo? ma certo che ci sta benissimo, quindi adesso l'ho aggiunto alla ricetta.

    ReplyDelete
  4. grazie per la ricetta :)
    L'ho pubblicata sul mio blog con apposita traduzione ;-)
    http://miszmasz-marghe.blogspot.com/2010/09/bar-saatkowy-nadal-czynny.html

    ReplyDelete
  5. Mia mamma, che aveva i genitori siciliani, faceva qualcosa di molto simile. Invece di bollire le melanzane, però, le faceva appassire intere e con la buccia (che poi toglieva) nel forno. Ciao. :)

    ReplyDelete
  6. Sai che non conoscevo questa ricetta pur essendo calabrese? La proverò sicuramente appena inizierà il periodo delle melanzane. Non si finisce mai di imparare, baci
    M.G.

    ReplyDelete
  7. ^_^ Dona, quello lo faccio anche io, anzi senza dubbio qui c'e' anche la ricetta, ma la melanzana bollita ha tutto un altro gusto, adesso poi che mi diverto con le varianti . . . ciao!

    ^_^ MG, allora mi chiedo se invece di essere una ricetta calabrese non fosse una ricetta della mia famiglia!? Baci.

    ReplyDelete
  8. Carissima Chamki, la cucina calabrese, come ben sai, offre mille varianti della stessa ricetta, cambiano da provincia a provincia, da un paese ad un'altro, da una famiglia ad un 'altra. Sono state tramandate, quasi ed esclusivamente oralmente. Dalle mie parti, questa insalata, viene condita con aglio, olio e.v.o, aceto, tanta menta fresca e peperoncino (facoltativo). La variante con il sedano, precedentemente sbollentato ed il basilico, penso che sia molto buona. Se posso essere indiscreta, se non vuoi dirmelo accetto la tua privacy, di quale zona della Calabria sono le tue origini? Ti leggo sempre molto volentieri, un saluto affettuoso e buon finesettimana
    M.G.

    ReplyDelete
  9. Ma si certo, ogni famiglia ha le sue ricette e chissa` se questa ha origini siciliane come mia nonna messinese, sono della provincia di Reggio, lato Tirreno, ma ci ho vissuto davvero pochissimi anni. Grazie, ciao!

    ReplyDelete
  10. Carissima Chamky, ho sempre apprezzato la zona delle tue origini, io, invece sono di Cosenza, ma dico sempre che sono nata nel posto sbagliato perchè avrei preferito vivere sul mare della nostra splendida terra, difficile, ma impareggiabile. Un saluto affettuoso
    M.G.

    ReplyDelete
  11. In sicilia si fanno così : si fanno bollire le melanzane in acqua sale e un pochino di aceto. Togliere dal fuoco quando sono morbide ma ancora "croccanti", non devono essere troppo molliccie :) poi si mettono a scolare con un peso sopra , alemno per un paio di ore e si condiscono con aglio, fettine di carota, pezzetti di sedano ( noi l'abbiamo sempre messo crudo....come le carote) peperoncino , origano , sale, olio, ancora un pochino di aceto e menta. Si lasciano riposare e si mangiano il giorno dopo. Ottime ....soprattutto come contorno per la carne alla brace o con le uova fritte.

    ReplyDelete
  12. Sono stata in India quest'inverno. Quando sono tornata mi sono messa a caccia di ricette indiane e così ho scoperto questo blog. Mi dispiace tantissimo che sia chiuso perchè ci ho trovato un sacco di cose interessanti e sto provando anche molte ricettine. Peccato sia chiuso....ma meno male che se ne può ancora usufruire! Che goduriaaaaa

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails