A 'mme soru sfuttìu


cu li raggi di lu suli 'ndianu stamatina
mi rivigghiu nsonnigghiata
e mentri mi mbivu nu cappuccinu
m'assettu 'qa e mmarritrovu me soru
chi mmi scrivi e mi sfuttìa ascialata
ccu na lista di mangiari
ca accussì bboni li pozzu sulu sognari
e io addiunu m'arritrovu
e mi ddumanda puru se m'abbastanu
stu cazzu m'abbastanu
tu mi voi acciuncari o puru ammazzari
ammaricheddha mi voi fari diventari
io nunn’avia manco novanni
quanno pella prima vota pigghiai u traghettu
e tornai quandu a scola finiu sulu pe thri misi
e manco m'arricordu lu dialettu cchjú
c'è na cosa però chi mai mi potia sperdiri
nu paisi a li pedi di sant'ulia
a muntagna cchjú bella che ci sia
di pigne e d'aríganu approfumata
cu na vista spettaculari senti a mmia
chi mmi portu dintra di lu cori
lu mari l'arberi d'ulivi a livaredda e li parenti
v'abbraccio a tutti 'ccu tanta nostalgia
la vita chistu è
t'arritrovi dill'altra parti di lu mundu
ccu stu cori calabrisi e l'amuri pi lla terra mia
e ccu na lacrimeddha m'arricordu a'ttia


e in tema Calabria ecco i bellissimi bronzi di Riace 



tutte e tre le foto sono prese da Google images e photoshoppate da me [le sostituirò con le mie appena possibile]

2 comments:

  1. che bella, mi hai fatto pure piangere.

    ReplyDelete
  2. peccatu che non su stu dialettu calabre`
    ma lo senti` anche se non capi` al 100% e il dialetto h proprio bello ... come na poesia
    makkevvuddi`?

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails