Cotoletta di Pollo con Finocchio in Insalata


Che sorpresa oggi quando al supermercato nel reparto verdure vedo una piacevole novità, un'angolino dedicato a verdure organiche ed esotiche - ovviamente esotiche per gli indiani.
Un singolo finocchio molto piccolo, in un pacchetto enorme, che ho subito fatto mio già immaginandomi il profumo.
Il finocchio è una verdura che in India non esiste e decisamente mi manca, oggi per la prima volta in diciassette anni ne ho visto uno. C'erano anche dei mazzetti di rucola e del prezzemolo vero, non quello solito riccio che si trova qui e che ha un gusto strano.

Ho comprato il finocchio, due mazzetti di rucola e dell'insalata mista.
Povero finocchio mi sembri proprio rachitico, e mentre pensavo così mi è caduta la macchina fotografica, ma stranamente funziona ancora.
Sull'etichetta c'era il nome di un produttore locale e il sito web che è in costruzione ma dove annunciano che faranno servizio a domicilio - che meraviglia, la giornata è cominciata bene.
Eccolo, dopo averlo ben lavato e spazzolato, immerso nella soluzione disinfettante che uso per tutto ciò che mangio crudo:


Forse domani mi arriva il pesce ma per oggi avevo proprio bisogno di proteine e mi son comprata un petto di pollo.
Col prezzemolo italiano che poi si è rivelato anche troppo profumato, perchè qui la terra produce sapori forti, non potevo che farmi una cotoletta alla calabrese.


Ho affilato il coltello [si deve fare sempre prima di tagliare] e ho aperto il petto a farfalla, mettendolo quindi a bagno nell'uovo sbattuto.
Mentre grattugiavo il parmigiano me ne son mangiata un pezzo, e poi ho tritato il prezzemolo con l'aglio.

Mischiare i tre ingredienti e appoggiarci sopra il petto di pollo, rigirarlo nel pangrattato e batterlo col palmo della mano per farlo aderire bene.
Friggere in poco olio extra vergine di oliva o burro per un gusto più delicato. Talvolta io uso il burro chiarificato [ghee] invece dell'olio.
Il pangrattato indiano è un pò troppo scuro per i miei gusti, di solito me lo faccio io, ma non avevo pane raffermo e cara grazia che c'era questo in frigo.
Erano pure le 15:30 e non mangiavo da ieri sera, avevo proprio fame.

Io non infarino mai la carne prima di passarla nell'uovo, perchè la panatura diventa troppo grossa durante la frittura, e la carne dentro sembra bollita.
Si certo che ho provato, per verificare, e non capisco come mai ci siano in giro tante ricette che dicono di usarla. Infatti è per questo che posso dire con certezza di non infarinare la carne prima della impanatura.
D'altronde mia mamma le faceva così, senza farina.


Con la mia fame delle 15:45 tutto mi è sembrato buonissimo anche il finocchio che era decisamente forte, dal gusto quasi selvaggio, come la rucola di un verde scuro, dal gusto intenso e piccante, effetto della potenza del sole indiano.

P.S. se vi interessa conoscere qualcosa sul quotidiano della vita in India e in Indonesia leggete i commenti.

8 comments:

  1. Poonam, it's yummy, believe me, I know it well ;)

    ReplyDelete
  2. ma no che e' bellissimo questo finocchio! hihihi si vede che sono 9 mesi o piu' che non ne vedo uno...!!!
    Noi qui l'abbiamo piantata a cresce, sia la rucola che il prezzemolo, lasciandola in vasi che prendano il sole solo un'oretta al tramonto si riduce un po' il problema del gusto forte e delle grandi venature delle foglie che altrimenti rendono tutto strasaporito e filamentoso.
    Com'e' finita poi con la ditta produttrice? non dirmi che ora te lo recapitano a casa... che invidia!!

    ReplyDelete
  3. Bellissimo? ah ah ah, ma non sai il sapore! sapeva di selvatico fortissimo, ma okay e' stato meglio di niente e me lo son goduta, i finocchi veri belli grossi e dolci li ho mangiati a luglio in Italia e anzi me ne sono portata due a Malpensa da sgranocchiare per colazione alle 4 del mattino! Anche io ho avuto un giardinetto nel lontano 1995 e ci ho seminato tanta insalatina e il basilico che mi veniva alto piu' di un metro ma avevo il sole per tre ore di mattina, mentre la rucola che vendono qui mi son stufata di comprarla perche' e' verde scurissima e straforte, a parte qualche rara eccezione verdino tenero, che maledetti loro se loro imparassero cosa vuol dire standard.
    Il servizio a domicilio si, l'ho avuto per un poco, cioe' un paio di volte ah ah ah e andava bene, poi hanno cominciato a portarmi solo lattuga domani, e oggi e domani ma ohhh e dove sono quelle belle insalate che avete nel sito? ma signora adesso non vengono perche' non abbiamo l'acqua per innaffiarli, porc... e poi hanno cominciato a tagliare le insalate a pezzi mischiando alla romana altre lattughe in piccole quantita', ma chi le vuole tutte tagliate? mica siamo in Italia con le insalate pronte che nemmeno compro, infatti le preparavano alla sera e il giorno dopo avevano tutti i bordini marroncini, che schifo. Cosi gli dico di mandarmele intere per favore che gliele pago il prezzo che vuole, ma oh son proprio coglioni, che gli costava? niente da fare, per non dire che l'appuntamento di martedi all'ultimo momento arrivava l'sms che diceva veniamo domani, eccheppalle e domani devo uscire per i cavoli miei non posso mica stare qui ad aspettare un cespo di romana . .. insomma alla fine li ho mandati a quel paese, ma non ci sono andati! se ne venivano ancora magari con doppia dose di romana, mi facevano pena e gliela compravo, poi alla fine un giorno ho detto BAS che vuol dire basta in indi, e bas fu.
    Tu mi tiri fuori le cose che non voglio ricordare ah ah ah

    ReplyDelete
  4. hihihi mi spiace! non voglio farti tirar fuori i brutti ricordi!!
    ma come ti capiscooooo!!!!
    A me capita lo stesso con il tizio del mercato, l'unico che ha peperoni e zucchine.
    Le ha comprate per caso un sabato, e noi che andiamo a far la spesa di domenica gliele abbiamo subito comprate tutte felicissimi.
    Per un paio di mesi e' andata benissimo, le comprava il sabato e noi la domenica gli spazzolavamo via piu' di meta' della scorta, e anche se non avevamo bisogno di comprarle le prendevamo lo stesso e le regalavamo ad altri stranieri per non rompere questo equilibrio perfetto.
    Troppo perfetto forse.
    Infatti dopo un po' ha iniziato a comprarle a meta' settimana. Ma non con coerenza, in giorni a casaccio pur sapendo che noi andiamo a fare la spesa sempre e solo di domenica.
    Poi di domenica non ha nulla... e allora gli dici ma scusa, hai il mio numero di telefono, ogni tanto mi mandi sms a casaccio che ti e' arrivata la farina o che hai preso lo zucchero della marca che preferiamo, ma perche' non mi mandi un messaggio che faccio venire qualcuno a ritirarle? nulla.
    Non c'e' speranza.
    A dicembre quando torniamo sto pianificando di aprire un negozietto fantasma per farmi mandare alcuni dei generi alimentari che, anche se ci sono, sono difficilissimi da reperire. Anche perche' dubito che ritroveremo zucchine e peperoni visto che nessuno glieli comprera' per 3 mesi!
    Vedremo!

    ReplyDelete
  5. Ma com'e' che sono proprio uguali anche qui? proprio uguali uguali, io dico che loro non hanno nemmeno percepito che tu vai solo di domenica, non ci arrivano, e questa cosa dei giorni a casaccio mi ha fatto imbestialire tante volte, ma non c'e' verso di farglielo capire manco a suon di moneta, non ci arrivano a percepire manco quello, il fatto e' che conoscono solo ieri oggi e domani in cui ieri e domani sono una cosa sola confusa che forse arriverà' o forse e' già' successa e oggi siamo qui bella signo', i peperoni non ce stanno, so' finiti, torni domani . .. ma guardi che io mi devo fare tre ore di macchina! e che ti credi che capiscano manco quello? torna domani, ma domani non si sa quale domani sarà'. Ci dovrò' fare un post su questa cosa ma la verità' e' che queste cose non mi succedono quasi più' da quando mi sono arresa a vivere solo nell'oggi ah ah ah come dici tu non c'e' speranza.

    ReplyDelete
  6. "manco a suon di moneta"
    confermo e stra-sottoscrivo. Non c'e' speranza!

    Senti ma, visto che "ieri, oggi domani..." sotto scrivo in pieno anche quello, ti dico solo questo:
    L'indonesiano e' una lingua semplice, elementare, che dico, meno di elementare, direi che la definizione giusta e' 'insufficiente'. Ieri si dice kemarin, l'altro ieri si dice kemarin, una settimana fa si dice kemarin, 10 anni fa si dice kemarin. Riguardo al domani, dopodomani, fra una settimana, fra un mese, o un anno: besok. Punto. Due parole e basta. Il passato e' passato e il futuro e' futuro, la linea temporale e' in realta' una breve serie di puntini di sospensione, 3 per la precisione. ieri-oggi-domani. Stop.

    A costo di essere ripetitiva: non c'e' speranza.

    Il fatto e' che bisogna gia' discutere troppo con fornitori e dipendenti per far diventare quei 3 puntini di sospensione una linea temporale con delle scadenze da rispettare che alla fine nel tempo libero (spesa inclusa) ci stiamo anche noi arrendendo a vivere solo nell'oggi!! hihihi

    Non offenderti, ma devo proprio dirtelo, il fatto che tu dopo 20 anni non sia impazzita mi da' un certo conforto!!

    ReplyDelete
  7. Ti dico solo questo, ieri si dice Kal, domani si dice Kal . . . te capi? qui e' tutt'uno! anche se ovviamente nel parlare si capisce se e' passato o futuro per via del verbo ma il concetto e' che sia il passato che il futuro sono uguali. . . ma infatti non e' del tutto sbagliato anzi, mi sa che ci devo fare un post.
    Io non sono impazzita semplicemente perche' non ho niente a che fare con gli indiani, cioe' non lavoro, gia' mi bastavano le due donne delle pulizie e alla fine ho licenziato quella che parlava inglese e mi son tenuta questa con cui parlo a gesti o con quelle poche parole basiche ma con cui non posso davvero parlare e infatti adesso sto abbastanza bene fino a che non mi fa rizzare i capelli, tipo oggi che arriviamo dal super e lei sa benissimo che le borse della spesa si devono mettere per terra in cucina e non sul tavolo che poi devo disinfettare, e dove pensi che le abbia messe? e poi non devo gridare? sorry sorry mi dice ma che cacchio me ne faccio del sorry?
    e poi in verita' quando mediti non puoi impazzire, e tutte queste cose mi hanno insegnato un sacco su me stessa e su gli altri anche se ancora mi incazzo . . . talvolta, quando e' davvero necessario.... ciao bella!

    ReplyDelete

linkwithin

Related Posts with Thumbnails